Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
<$blogtitle$>
Sogni di Rock & Roll

Il mio Blog


Sogni di
Rock'&'Rol l


Archivio


ultimi giorni
Agosto 2014
Dicembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Agosto 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Febbraio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Maggio 2010
Dicembre 2008
Novembre 2008


Commenti



Categorie



Visite


Grazie ai
22706 visitatori.


Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.


Partecipano





11:52 del Sabato, 18 Dicembre 2010
Lentamente Muore (P. Neruda)


Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi
non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i
giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non
fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli
chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.
Autore: Damien MC
Categoria:
Commenti: Link - commenti (2)
(popup) | Link - commenti (2)
<$BlogItemSocialBookmarking$>



10:49 del Mercoledý, 15 Dicembre 2010
Freddo. Pioggia. Freddo. Pioggia. Due elementi che si alternano in questo gelido inverno. Freddo. Pioggia. Fredde, le temperature dell'inverno, come freddi i cuori delle persone crudeli. Pioggia, acqua che cade, che ci rovina la giornata, pioggia di lacrime dalle guance, ricordi di momenti indeledibili delle nostre vite. Lacrime, perchè cadete? Perchè permettiamo di farle cadere? Perchè, diranno alcuni, siete deboli, e le lacrime vi fanno apparire più deboli di quanto non siate. Può darsi. Piangere è da deboli. Allora si, con orgoglio io ammetto tutto ciò, io sono debole e piango. Piangere rafforza anche i sentimenti. Meglio piangere su una spalla amica, che come un ubriacone davanti ad una bionda al bancone di un bar, la spalla amica ti sorreggerà e ti aiuterà, la bionda del bar invece non puoi capire come si comporterà con Te.

Occhi come fontane i miei,
lacrime come zampilli d'acqua
Guance come letti di fiumi di montagna
in cui lacrime di acqua sorgiva scorrono.
Autore: Damien MC
Categoria:
Commenti: Link - commenti (2)
(popup) | Link - commenti (2)
<$BlogItemSocialBookmarking$>


Il mio Profilo


Ho 22 anni, sono un Scorpioncino e vivo a Bari underground

Ho letto:
Zaf˛n

Ho visto:
Era Glaciale 4

Ascolto:


Amo:


Odio:


Le mie Foto



Bottoni