Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Nero
IO (UtèñtE)
Son vecchio un tot di 30
vivo su un'isola e se potessi scegliermi il segno zodiacale sarei un dragone
laureato in Ingegneria Informatica, per hobby coltivo un "qualcerto" sito web

CIO' CHE AMO
Me stesso, la mia famiglia, i veri amici, la mia isola, la mia nazione, il mio mondo, l'universo... la scienza e il peccato! Altro? Beh... imparare, ridere, lottare, amare...

CIO' CHE ODIO
Chi vive per i soldi, i pregiudizi, la pseudo-cultura di massa, la gente priva di umorismo, la gente priva di impeto...
ah, dimenticavo... odio te che leggi qui :-D

ARCHIVIO
ultimi giorni
Maggio 2019
Novembre 2014
Giugno 2014
Novembre 2013
Maggio 2013
Giugno 2010
Gennaio 2010
Settembre 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Novembre 2008
Ottobre 2008
Luglio 2008
Aprile 2008
Luglio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006

CANZONI
Morsello con i suoi testi densi di emozioni, ddt e 270bis con i testi taglienti e la musica accattivante, Colella con le sue atmosfere da brivido, Mancinelli con le sue lezioni di storia e gli ianva per l'arte nel raccontarla, Marconi con i suoi canti epici, ZPM e Amici del Vento con la loro passione e ironia, Intolleranza con il loro fuoco, Antica Tradizione con i loro pesaggi antichi, gli janus così iperborei...
Non possono mancare le canzoni del ventennio tra le quali preferisco Battaglioni M (da cui la frase nel titolo del blog, che porto ovunque in firma) e l'inno dei giovani fascisti.
Non manco di ascoltare posizioni diverse quando ne vale la pena... de Andrè, Guccini e Modena City Ramblers.

Infine amo il rock (in particolare Vasco, Timoria e i primissimi litfiba), il metal (in particolare SimphonyX, Dream Theater, Iron Maiden, Metallica) e qualcos'altro...

LIBRI
Leggo molto sul web... dalla letteratura tecnica (informatica, matematica, etc) alla filosofia, attualità, storia e saggistica varia... preferisco leggere pezzi da tante fonti, che interi libri di pochi autori.
I libri preferiti letti in passato: l'Anticristo, Siddharta, il Principe e vari libri di epica e mitologia greca e norrena.

FILM
Troppi... mi sto drogando di film :-)
Preferiti, i classici per ogni informatico... takedown (la storia di kevin mitnick) e Matrix (solo il primo ne vale davvero).


SITI CHE CONSIGLIO
Compendio d'informazione

CITAZIONI
Quelli che s’innamorano di pratica, sanza scienza, son come ‘l nocchiere, ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada. (Leonardo da Vinci)

Vivi come se dovessi morire subito. Pensa come se non dovessi morire mai. (Giorgio Almirante)

Fino a che continuerai a sentire le stelle ancora come cosa "al di sopra di te", ti mancherà lo sguardo dell'uomo che possiede la conoscenza. (Nietzsche)

Ciò che si fa per amore lo si fa sempre al di là del bene e del male. (Nietzsche)

Debbe un uomo prudente intrare sempre per vie battute da grandi, e quelli che sono stati eccellentissimi imitare, acciò che, se la sua virtù non vi arriva, almeno ne renda qualche odore. (Niccolò Machiavelli)

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Nietzsche)

VISITE
Con te sono 046800 gli sventurati qui capitati.

Mi piace quando vedo che il signore è il primo all'assalto
a cavallo, armato, senza tema,
che ai suoi infonde ardire così, con gagliardo valore;
e poi ch'è ingaggiata la mischia ciascuno deve essere
pronto e volenteroso a seguirlo
chè niuno è avuto in pregio se non ha molti colpi preso e dato.
(Bertran de Born)
Venerdì, 22 Settembre 2006

TRAMONTI

Rosso il tramonto si staglia nel cielo la valle risplende di un limbo incantato
Fredda la sera distende il suo velo sul manto verde di un prato
Ed i fuochi di mille guerrieri, si distinguono all'ombra che scende
mentre i canti salutano il sole laggiù ad occidente
Scende lo spirito cupo che rende il sentiero del bosco di notte insidioso.
Ma non ti scuote il canto del lupo del tuo meditar pensieroso
E annegare nel nobile sguardo nell'attesa degli occhi e del cuore
tra le immagini che dentro i sogni già prendon colore la la la la la la la la la

Senti i cannoni di fuoco tuonare e dei cavalli al galoppo il nitrito
le baionette abbattersi contro il nemico
Calda è la terra bagnata dal sangue sul terminare del giorno
che si confonde col rosso di un altro tramonto
ooh ooh ooh ooh ooh ooh ooh

Tutto comincia in un'epoca buia quando si avverte il senso del fato
Quando la spada si spezza in battaglia o un re viene esiliato
Poi l'avvento di tristi presagi quando il fulmine cavalca il monte
Ed un'ombra si erge funesta a coprir l'orizzonte
Errare girando nel mondo senza sapere domani che cosa ti aspetta
E preparare il ritorno, un altro regno, un'altra vendetta
quest'alba che tinge di rosa il mattino di fresca rugiada
ha forgiato di sole e d'acciaio un'altra spada la la la la la la la la la

Suonano i corni del campo maestro, si alzano in coro aspettando l'assalto,
dite a quel cielo che nitido osserva dall'alto
Squilli di tromba annunciano il giorno, si alzano al vento vessilli in altura
falci e fucili dilagano nella pianura
ooh ooh ooh ooh ooh ooh ooh

Cogliere il senso del ferreo vibrare, dentro la mischia si avverte un confronto
L'eterna lotta del bene e del male sopra i destini del mondo
Mentre un mito si incarna in battaglia da quel sangue che bagnerà il suolo
sorgeranno le stirpi regali di un ordine nuovo
Luci diradano ombre mentre del corno risuona l'eco del piano
Aquile brune si levano in volo salutano il nuovo sovrano
Quella terra bagnata dal sangue dormirà sul finire del giorno
confondendo la valle col rosso di un altro tramonto ooh ooh ooh ooh ooh ooh ooh ooh

E fino a quando i ghiacci immortali sovrasteranno l'altura
forse gli dei regneranno su quella pianura
e fino a quando le aquile brune domineranno quei monti
si canteranno leggende, si narreranno i racconti
dei Bianchi Gigli che tinsero rossi tramonti
dei Bianchi Gigli che tinsero rossi tramonti la la la la la la la la la…

(Francesco Mancinelli)

- Link - commenti (4)