Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Nero
IO (UtèñtE)
Son vecchio un tot di 30
vivo su un'isola e se potessi scegliermi il segno zodiacale sarei un dragone
laureato in Ingegneria Informatica, per hobby coltivo un "qualcerto" sito web

CIO' CHE AMO
Me stesso, la mia famiglia, i veri amici, la mia isola, la mia nazione, il mio mondo, l'universo... la scienza e il peccato! Altro? Beh... imparare, ridere, lottare, amare...

CIO' CHE ODIO
Chi vive per i soldi, i pregiudizi, la pseudo-cultura di massa, la gente priva di umorismo, la gente priva di impeto...
ah, dimenticavo... odio te che leggi qui :-D

ARCHIVIO
ultimi giorni
Maggio 2019
Novembre 2014
Giugno 2014
Novembre 2013
Maggio 2013
Giugno 2010
Gennaio 2010
Settembre 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Novembre 2008
Ottobre 2008
Luglio 2008
Aprile 2008
Luglio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006

CANZONI
Morsello con i suoi testi densi di emozioni, ddt e 270bis con i testi taglienti e la musica accattivante, Colella con le sue atmosfere da brivido, Mancinelli con le sue lezioni di storia e gli ianva per l'arte nel raccontarla, Marconi con i suoi canti epici, ZPM e Amici del Vento con la loro passione e ironia, Intolleranza con il loro fuoco, Antica Tradizione con i loro pesaggi antichi, gli janus così iperborei...
Non possono mancare le canzoni del ventennio tra le quali preferisco Battaglioni M (da cui la frase nel titolo del blog, che porto ovunque in firma) e l'inno dei giovani fascisti.
Non manco di ascoltare posizioni diverse quando ne vale la pena... de Andrè, Guccini e Modena City Ramblers.

Infine amo il rock (in particolare Vasco, Timoria e i primissimi litfiba), il metal (in particolare SimphonyX, Dream Theater, Iron Maiden, Metallica) e qualcos'altro...

LIBRI
Leggo molto sul web... dalla letteratura tecnica (informatica, matematica, etc) alla filosofia, attualità, storia e saggistica varia... preferisco leggere pezzi da tante fonti, che interi libri di pochi autori.
I libri preferiti letti in passato: l'Anticristo, Siddharta, il Principe e vari libri di epica e mitologia greca e norrena.

FILM
Troppi... mi sto drogando di film :-)
Preferiti, i classici per ogni informatico... takedown (la storia di kevin mitnick) e Matrix (solo il primo ne vale davvero).


SITI CHE CONSIGLIO
Compendio d'informazione

CITAZIONI
Quelli che s’innamorano di pratica, sanza scienza, son come ‘l nocchiere, ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada. (Leonardo da Vinci)

Vivi come se dovessi morire subito. Pensa come se non dovessi morire mai. (Giorgio Almirante)

Fino a che continuerai a sentire le stelle ancora come cosa "al di sopra di te", ti mancherà lo sguardo dell'uomo che possiede la conoscenza. (Nietzsche)

Ciò che si fa per amore lo si fa sempre al di là del bene e del male. (Nietzsche)

Debbe un uomo prudente intrare sempre per vie battute da grandi, e quelli che sono stati eccellentissimi imitare, acciò che, se la sua virtù non vi arriva, almeno ne renda qualche odore. (Niccolò Machiavelli)

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Nietzsche)

VISITE
Con te sono 046800 gli sventurati qui capitati.

Mi piace quando vedo che il signore è il primo all'assalto
a cavallo, armato, senza tema,
che ai suoi infonde ardire così, con gagliardo valore;
e poi ch'è ingaggiata la mischia ciascuno deve essere
pronto e volenteroso a seguirlo
chè niuno è avuto in pregio se non ha molti colpi preso e dato.
(Bertran de Born)
Martedì, 28 Novembre 2006
...
Io sono solo un povero cadetto di Guascogna
però non la sopporto la gente che non sogna.
...
le verità cercate per terra, da maiali,
tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
...
(da Cyrano di F. Guccini)

- Link - commenti (1)


Domenica, 19 Novembre 2006

Torno sul precedente post... in particolare sui primi 2 versi...


Secondo voi può l'uomo comune estrarre dalla realtà gli elementi base che la costituiscono, ovvero individuare i più scarni enunciati reali, volgarmente detti "assiomi"? Credo sia facile convincersi sia una dote di quei pochi che hanno al contempo visione d'insieme e capacità di sintesi.
Notando che ogni ragionamento si basa su presupposti, si osserva che: se il presupposto non è scarno e basilare è viziato da un precedente ragionamento che può essere errato; se il presupposto non appartiene al reale il ragionamento può sfociare nel fantastico. Quindi un ragionamento è corretto se i presupposti sono assiomi, mentre nulla si può affermare partendo da presupposti generici. Che garanzia ha allora il ragionamento dell'uomo comune?
In quest'analisi non ci siamo neppure addentrati nelle complesse regole di derivazione logiche e già vediamo che è una perversione convincere l'uomo comune di poter correre con la sua ragione.

Non contesto le menti geniali che han tratto dalla propria ragione risultati importanti, ma il loro peccato di superbia nel voler insegnare i loro ragionamenti a menti non predisposte...
col risultato che oggi son tante le persone convinte di saper ragionare e la loro presunzione mette i bastoni tra le ruote ai come sempre pochi che lo sanno realmente fare...
la soggettività illuminata mette il bavaglio alla oggettività logica e la presuntuosa burocrazia mette vincolanti dogmi senza eccezioni per chi sa davvero guardare oltre.

- Link - commenti (1)