Un film che hai visto e ti è rimasto impresso..

Web Irish Pub ->  Forum ->  dal palchetto ->  Un film che hai visto e ti è rimasto impresso..

Un film che hai visto e ti è rimasto impresso..

"La tigre e la neve"

//www.youtube.com/watch?v=qXkNl7DoDSE

è un film meraviglioso, un inno all'amore, una dedica personale di Roberto Benigni alla sua Nicoletta Braschi e una ode all'amore e a chi si ama.
Siamo a Roma e Attilio De Giovanni (Roberto Benigni) è un professore di poesia e letteratura che ogni notte sogna di sposare la donna della sua vita...Vittoria (Nicoletta Braschi)che invece nella realtà gli sfugge di continuo.


Scritto da Tomb Raider il Mercoledì, 6 Ottobre 2010 alle ore 16:47




//www.youtube.com/watch?v=gi526-jnTuY&feature=related

Penso che in tanti hanno visto con piacere il film che aveva anche una colonna sonora bellissima "Goo Goo Dolls"gli attori sono Nicolas Cage e Meg Ryan, datato 1998...Seth, un angelo inquieto in servizio a Los Angeles, incontra la dottoressa Maggie Rice, cardiochirurgo affermato, la cui sicurezza professionale, sempre molto forte, vacilla dopo la morte di un paziente sul tavolo operatorio per cause all'apparenza inspiegabili. Seth era lì per aiutare l'uomo ma è attratto da Maggie e vuole aiutarla a superare la crisi in cui è caduta. Nel fare questo finisce per innamorarsi di lei, pur sapendo che tutto quanto è legato a questo sentimento è a lui precluso. Stando vicino a Maggie, Seth però sente aumentare il desiderio di provare quelle emozioni e quelle sensazioni. Prende allora la decisione di rendersi visibile e di rinunciare alle sue pe**liarità di angelo. Maggie capisce la situazione, e corrisponde al sentimento di Seth ma, proprio quando tra i due potrebbe cominciare una storia d'amore, Maggie è investita da un camion e muore tra le braccia di Seth. Questi comunque comprende l'importanza della scelta fatta e decide di restare 'umano'.
Scritto da Tomb Raider il Mercoledì, 6 Ottobre 2010 alle ore 16:57

Ti amo in tutte le lingue del Mondo

Scritto da Peppe Impastato il Sabato, 9 Ottobre 2010 alle ore 10:12

THE DRUIDS LA RIVOLTA
mi e' piaciuto moltissimo
Scritto da CelticGirl il Lunedì, 18 Ottobre 2010 alle ore 23:05

[b] a me e piaciuto molto questo film primi baci quando l'amore fa sognare ... questa è la colonna sonora del film //www.youtube.com/watch?v=O9PfXUfVWB0
Scritto da dolceamora il Martedì, 19 Ottobre 2010 alle ore 16:40



//www.youtube.com/watch?v=RU7NFkFR8MQ&feature=related

Crowe interpreta il fedele generale Massimo Decimo Meridio, che viene tradito quando Commodo, l'ambizioso figlio dell'imperatore, assassina il padre e s'impossessa del trono. Ridotto in schiavitù, Massimo ricompare nell'arena tra le file dei gladiatori per vendicare l'assassinio della sua famiglia e del suo imperatore.

visto il film ed ascoltato la meravigliosa musica l avrò ascoltata tante di quelle volte..ma non smette mai di stancarmi... la musica è stata composta con amore..con melodie fantastiche favolose...che ti prendono...una colonna sonora degna di un film quale il Gladiatore.
Una storia stupenda.. la grandezza secondo me' e' quella d' animo e basata su sani valori umani e NO sulle idee egoistiche.
Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 21 Ottobre 2010 alle ore 11:42



//www.youtube.com/watch?v=I5P34IO9EXo

Kate Foster si è trasferita a Chicago dopo aver trovato lavoro e ha lasciato, all'interno della cassetta postale della casa sul lago dove viveva, un biglietto con il suo indirizzo destinato al prossimo inquilino. La storia narra dell'amore tra Kate e Alex Wyler, frustrato architetto di talento, impegnato nella progettazione di un condominio nelle vicinanze. Per Alex l'abitazione ha un significato speciale era stata progettata dal padre Simon che aveva trascurato la sua famiglia per la carriera. I due, in contatto tramite lettere, arriveranno a scoprire che a separarli è una distanza spazio temporale di due anni Kate vive nel 2006 mentre Alex, date le sue lettere, nel 2004. Dalle loro epistole nascerà l'amore tra i due. Kate dà appuntamento ad Alex nel 2006, ma il ragazzo non si presenta. Lei decide di smettere di scrivergli e va a vivere con il suo ex. Trovata una nuova casa da ristrutturare, i due si rivolgono ad un architetto che non è altro che il fratello di Alex. Allora Kate chiede informazioni su Alex e scopre che è morto 2 anni prima. Improvvisamente la donna capisce perchè, nel 2006, Alex non si era presentato all'appuntamento e si reca alla casa sul lago. Da qui spedisce una lettera in cui esprime tutto il suo amore e la sua affezione per lui, intimandogli di non attraversare quella strada che gli avrebbe provocato la morte. All'inizio del film si vede, infatti, un uomo che viene investito da un autobus e solo nel finale si scopre che si trattava di Alex che, avendo visto Kate al Daily Plaza il 14 febbraio 2006, aveva cercato di raggiungerla, anche se Kate gli aveva raccontato di aver visto un uomo morire proprio in quel posto il giorno di San Valentino. Letta in tempo la lettera di avviso, speditagli da Kate dopo l'incontro con il fratello, Alex non attraverserà quella strada e raggiungerà la giovane alla casa sul lago 2 anni dopo, dove i due potranno vivere la loro storia d'amore.

Questa è la recensione del film... L'ho visto al cinema due anni fa e da allora è stato proprio amore a prima vista.
Un film per sognare per credere che l'Amore vero può arrivare... "anche se devi aspettare due anni".

Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 4 Novembre 2010 alle ore 12:07

Scelta d'amore - La storia di Hilary e Victor



Innamorarsi è sempre come entrare senza preavviso in un affascinante labirinto. Ogni svolta può portare verso l'uscita da tutti i dolori del vivere o si può rivelare una trappola, un atroce vicolo cieco come quello in cui si sente imprigionata Hilary, la giovane protagonista del film di grande richiamo: "Scelta d'amore". Un amore difficile lega infatti Hilary a Victor, un ragazzo di raffinata intelligenza.. colto, sensibile, attraente e privo di futuro.. ammalato senza speranza, ha preso la decisione di sottrarsi a cure lunghe e inutili, chiedendole di aiutarlo ad aspettare la morte in un rifugio sereno. Ma lo strano inverno che i due amanti trascorrono in una piccola città di mare semideserta è attraversato da brividi di tensione e inquietudini febbrili che li oppongono spesso in litigi furiosi. Combattuta tra l'amore, la voglia di vivere, un pesante senso di colpa e la disperazione per la prossima fine dell'amato, Hilary si ritrova quasi senza sapere come tra le braccia di un altro. Gordon può prometterle una vita da dividere insieme, è sano, forte, "meravigliosamente normale", e sembra anche capace di comprendere che non è soltanto per pietà che lei non ha il coraggio di abbandonare Victor a un'amara e orgogliosa solitudine... Se questo romanzo raccontasse la storia di un qualunque triangolo amoroso, una menzogna detta per compassione basterebbe a garantire lacrime e 'happy end' ma Marti Leimbach ci riserva molte sorprese, e prima fra tutte la scoperta di una scrittrice autentica e nuova, che sa narrare con semplicità audace la realtà del desiderio e affonda i suoi colpi di scena più violenti e imprevedibili nel tessuto vivente delle passioni umane. Il cinema - appunto quello delle grandi passioni e delle struggenti tenerezze non poteva non accorgersene e Hilary non poteva che essere interpretata per lo schermo da Julia Roberts...
Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 11 Novembre 2010 alle ore 11:24



//www.youtube.com/watch?v=qt5AYrcH-SQ


Bill Parrish (Anthony Hopkins) ha tutto quello che un uomo può desiderare successo, salute, potere e una bellissima figlia. nel 65° compleanno riceve una visita da uno straniero misterioso, Joe Black (Brad Pitt) che non tarda a rivelare la sua identità la morte.... in cambio di un po’ più di tempo in vita Bill si offre di fargli da guida sulla Terra ma rimpiangerà la sua scelta quando all’improvviso Joe si innamora di sua figlia?
Io non sento il tuo cuore! Perchè la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo. Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente equivale a non vivere... ma devi tentare perchè se non hai tentato non hai mai vissuto.
Amore per la figlia della sua vittima, amore mai conosciuto da un personaggio ritenuto da tutti e da sempre come l'essere più malefico nella vita. Il personaggio evolve sempre più in maniera positiva nel corso del film sino a diventare complice, aiutante, nonchè braccio destro della sua vittima: Anthony Hopkins. Se davvero la morte è così buona, dato che nel finale restituisce, addirittura, il corpo e la vita al giovane Brad Pitt, dal quale l'aveva presa in prestito forse allora non dovremmo aver così paura di essa.
Questi i temi principali trattati dal film. Un binomio sicuramente non felicissimo, ma senza dubbio intrigante e parecchio coinvolgente. La Morte in cerca di Vita, in cerca dei suoi sapori, di gioie, di dolori, e in cerca di una dimensione fatta di limiti e determinazione.
E' un film che emoziona e che riesce a far sorridere per le buffe e inusuali scene interpretare da un malinconico e taciturno Bradd Pitt che in questa pellicola ha sicuramente dimostrato di saper trasmettere anche attraverso silenzi che, accompagnati da primi piani carichi di emozione, donano al film un'atmosfera senza dubbio unica. Un'atmosfera in cui è totalmente immerso il saggio Bill Parrish in uno splendido Anthony Hopkins che resta comunque la colonna portante del film. Ottima la colonna sonora.


//www.youtube.com/watch?v=-V8vMyQtpeE&feature=player_embedded#!

Scritto da Tomb Raider il Sabato, 13 Novembre 2010 alle ore 12:59




Armageddon è un film americano.... quando gli scienziati scoprono che un asteroide si sta dirigendo a grande velocità verso la Terra alla Nasa non resta che un ultimo disperato tentativo di scongiurare la catastrofe inviare un equipaggio nello spazio per distruggere l’asteroide. La missione sarà composta dal più grande esperto mondiale di perforazione petrolifera e dai suoi intrepidi collaboratori.
Effetti speciali.. ma anche molto umorismo e un pizzico di sentimento di tutto... di più.
Un Film che mi Ha Emozionato…insieme al Gladiatore il mio preferito!


Scritto da Tomb Raider il Domenica, 2 Gennaio 2011 alle ore 10:05

Ciao Tomb Raider,
Armageddon un bel film del1998, visto un paio di volte; oltre agli effetti speciali molto interessanti, la parte che rimane impressa è il SACRIFICIO; la vita di una o più persone dà la possibilità ad un intera comunità di vivere in un mondo più sano, ciò ch succede nella vita reale; la nostra storia n'è ricca di esempi.
La felicità o serenità nasce da un dolore o sofferenza.
Sistematico
Scritto da sistematico il Domenica, 2 Gennaio 2011 alle ore 15:50

Buongiorno Sistematico si davvero un bellissimo film io non l'avevo mai visto prima...hai ragione il tema si concentra sopratutto sul Sacrificio questa è una cosa difficile da fare rinunciare a tutto per salvare gli altri....ci sarebbe molto da dire su questa parola cosi importante tante riflessioni.
Sistematico visto che scriviamo sul post dei film dimmi che film ti piace?

Buona giornata...e grazie per il tuo commento.

Melita


Scritto da Tomb Raider il Lunedì, 3 Gennaio 2011 alle ore 10:24

un film che mi ha emozionato è La città della gioia dopo aver visto il film sono andato di corsa a comprare il libro, lo consiglio a tutti ennesima prova di come dove c'è solo miseria basta un nonnulla per accendere la gioia.
Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Dominique Lapierre ed è ambientato nel crudo scenario di Calcutta. Max Lowe, brillantissimo medico statunitense, rimane scioccato dopo la morte di una ragazzina durante un suo intervento. Decide quindi di mollare il suo mestiere e di andare a fare un viaggio in India. Il viaggio di Max si trasforma presto in qualcosa di molto di più di un giro turistico: è un viaggio alla ricerca ed alla riscoperta di se stesso.

Poco prima della fine del viaggio Max incontra un povero contadino, che con la sua famiglia si era trasferito a Calcutta in cerca di lavoro, e, a seguito di un'aggressione, viene condotto in una bidonville di disperati, che nonostante la sofferenza ed il dolore di cui è pieno, è chiamata "la città della gioia". I poveri abitanti di questo immenso "quartiere" riescono a sopravvivere grazie al prodigarsi di suore e volontari. È proprio qui che Max incontra un'infermiera, Joanna, che porta nel cuore il grande sogno di costruire una clinica, nonostante sia osteggiata da un potente boss locale.

Joan convince Max a prendere parte a questo suo grande sogno, a vincere le sue paure di medico e di uomo e a cominciare dalla Città della gioia la sua nuova vita.
interprete principale il compianto patrick swayze
Scritto da mokarta il Lunedì, 3 Gennaio 2011 alle ore 16:30

Ciao,
bella domanda; io spazio molto nella scelta dei film, i più che vedo sono i film di fantascienza; lì spesso trovo il reale, trovo quello che realmente si pensa, si dice, si fà e in particolar modo la voglia di vivere affrontando qualsiasi sacrificio. Anche battute sorridenti, rapporti con un essere non terreno ma che in qual modo si cerca di rispettare e farsi rispettare nel mettere in chiaro le differenti modi di vivere e di pensare.
Tomb io scappo dai film romantici, non credo a quel tipo di film, spesso molto diseducativi. Vedo i film di storie vere e specialmente tutti i film che fanno ridere in modo sano e senza troppa volgarità. Ti posso dire che un altro vecchio film che mi piace, del 1977, un film tratto dal romanzo di Ignazio Silone "Fontamara". Anche sè vecchio romanzo riguardante il tempo del fascismo, ancora tutt'ora io nè traggo lunghi argomenti ed esempi di vita.
Grazie a te il commento.
Sistematico
Scritto da sistematico il Lunedì, 3 Gennaio 2011 alle ore 19:50



Patch Adams un medico vero curava i malati con allegria viene interpretato dall'attore Robin Williams mio attore preferito da sempre.
Questo film che ho visto ieri sera per la prima volta e' tratto da una storia vera piena di humour è una storia brillante che guarda e agisce e pensa come nessun altro dottore mai incontrato prima. Per Patch cura con l'umorismo che penso che sia la miglior medicina e a lui basta veramente poco per far ridere i suoi pazienti si traveste da pagliaccio per i bambini e per gli anziani... se potete guardatelo è davvero molto bello e toccante soprattutto per far scappare la lacrimuccia...eh si..con me l'ha fatto!!
Io penso che sappiamo tutti quanto sia importante l'amore eppure con quale frequenza viene provato o manifestato veramente?...i mali che affliggono la maggior parte dei malati delle persone con la paura la sofferenza non possono essere curati con una medicina i medici prima di tutto dovrebbero curare le persone e non solo la malattia.
Questo medico curava gratuitamente i malati con amore e soprattutto allegria non è male creare un ospedale diverso da tutti gli altri dove c'è un ambiente sereno e perchè no anche circondato dalla natura visto che i mezzi non mancano e spazi verdi ne abbiamo molti in Italia.
Scritto da Tomb Raider il Sabato, 15 Gennaio 2011 alle ore 12:15

Commedia romantica con Sandra Bullock e Ryan Reynolds..
Andrew è un ragazzo in carriera che lavora presso una casa editrice nel ruolo del così detto “tutto fare” ossia è il segretario del capo in attesa di poter diventare pure lui un giornalista, e poter dar sfogo alle sue doti da scrittore. Il capo in realtà è una lei... interpreta da Sandra Bullock che fa di tutto per schiavvizzare i propri dipendenti che la detestano. Questo fino al giorno in cui.. a causa della mancanza del visto, lei verrà invitata dai padroni dell’azienda a tornare nel proprio paese e così a perdere il posto di direttrice. Ma lei deciderà di inventarsi di essere in procinto di sposare Andrew. Così i due dovranno iniziare a conoscersi perchè i federali faranno di tutto per controllarli.
Scritto da Tomb Raider il Martedì, 25 Gennaio 2011 alle ore 14:51




Ieri sera ho visto per la prima volta questo film... che pensavo non mi piacesse invece...sono rimasta colpita dall'ultima scena.




//www.youtube.com/watch?v=IDJB1eIsr58


Dove stai andando?
Non lo so.
E allora fermati.-
Non funzionerà.
E Chi lo dice?-
La mia voce interna.-
Mandala a fare in c ulo..Nicole. io ti amo-

---

Dove sei?-
Sono qui.-
Non ti vedo.-
Perchè non stai guardando dalla parte giusta

---

sei bellissima
sei lontano
guarda solo i miei occhi..parlami d'amore Nicole...


PS;Pericolosa è la donna che ti seduce con il corpo ma...Letale è colei che riesce a farlo con la mente...
Scritto da Tomb Raider il Domenica, 20 Febbraio 2011 alle ore 14:36



Il film vede Natalie Portman nei panni di Nina un’ambiziosa giovane ballerina di New York a caccia del doppio ruolo che tutti sognano.. il Cigno Bianco.... delicato e innocente e il Cigno Nero.. che emana una malvagità seducente.. nel classico Il lago dei cigni... in grado di trasformare una sconosciuta in una star.
Nina riesce ad ottienere il ruolo.. ma non è sicura di poter incarnare la parte oscura della Regina dei cigni.
Mentre raggiunge nuove vette con il suo corpo.. gli incubi.. le fantasie e le gelosie che nasconde iniziano a farsi strada in maniera profonda... causando uno scontro pericoloso con una provocante nuova arrivata.. Lily (Mila Kunis) che rappresenta la sua maggiore rivale. Nina in breve tempo si cala fin troppo bene nel ruolo del malvagio e mortale Cigno nero…




Quando siamo usciti dal cinema dove siamo stati a vedere Il cigno nero era come avere tutto il film... dentro...che rimescola le viscere.
Per qualche secondo.. nell'intervallo è scesa la pace..il tempo necessario a prepararmi per il secondo tempo. Non lascia scampo questo film. Si odia e si ama. Eccessivo... forse.. ma non più della realtà.. se ci si ferma un attimo a pensare....davvero bello!!!




Scritto da Tomb Raider il Domenica, 13 Marzo 2011 alle ore 9:48

il cigno nero un film che dovrò vedere!!
Scritto da elFo_guerriero il Domenica, 13 Marzo 2011 alle ore 14:17

Si Fratò..Bello tosto come film....è un thriller psicologico ambientato nel mondo della danza.
Questo film sembra infatti voler inseguire a tutti i costi la perfezione. Non ci riesce è vero... ma non è detto che questo debba essere per forza un difetto.....se puoi guardatelo...e poi mi dici se ti piace...sono sicura di Si!!


Scritto da Tomb Raider il Domenica, 13 Marzo 2011 alle ore 16:02

Io volevo parlarvi di un film ironico che a me è molto piacito.... e vorrei condividerlo con voi....

Un film di Roger Kumble. Con Cameron Diaz, Christina Applegate, Selma Blair, Parker Posey, Jason Bateman.
Christina Walters, trentenne pubblicitaria di San Francisco, ha una sola regola in amore: sfruttare gli uomini che le passano a tiro, e che conquista grazie alla sua avvenenza, senza mai sognarsi di impostare una storia più seria. Ma una sera incontra in discoteca Peter (e ne perde le tracce subito dopo), e sente che qualcosa di diverso sta scattando dentro di lei. Così, parte per cercarlo insieme all'amica del cuore Courtney, avendo come unica indicazione il luogo del matrimonio del fratello. La situazione rischierà di precipitare, fino ad un inevitabile lieto fine. Ben poco funziona in questo film: la sceneggiatura, nonostante cerchi spesso la battuta facile, è vacua e banale; l'ennesimo racconto delle crisi dei trentenni naufraga nella volgarità; i continui siparietti musicali sono solo un riempitivo preoccupante, data la relativa brevità della pellicola. Ed infine, neppure Cameron Diaz riesce a bucare lo schermo con la sua consueta sensualità.
[/list]
Scritto da -*Ruttola*- il Martedì, 29 Marzo 2011 alle ore 23:34

Grazie Sarettina per averci consigliato questo film...lo guarderò sicuramente....sai leggendo la trama è come assomigliasse + a un telefilm..
Mi affascinano i telefilm perchè sono pieni di ellissi temporali.... quando la situazione si complica...quando la tensione emotiva è troppo alta il protagonista fa un bel sospiro e la scena si spinge così avanti fino al punto in cui la situazione sembra essersi messa a posto.
A volte vorrei che potesse essere così anche nella vita reale... non per mancanza di coraggio (di quello ce n'è anche troppo!).. ma per libera scelta... Mi spiego....sarebbe molto più bello se potessimo decidere nella vita di saltare un momento di viverlo tenendo il dito premuto su FFW. Capita a volte di avere estremamente chiaro quello che sta accadendo e di avere anche la percezione di quando finirà... quindi perchè non giocarsi la carta "ellisse temporale"? Ovviamente questo privilegio vale sia per le situazioni dolorose che per quelle piacevoli.
Scritto da Tomb Raider il Mercoledì, 30 Marzo 2011 alle ore 15:20

Non è il mio film preferito, ma vorrei comunque condividerlo con voi. Uno dei pochi Noir italiani, che vale la pena di vedere, uscito nel 2007




Diego Santini (Nicolas Vaporidis) è un ragazzo di circa vent'anni che vive di piccoli crimini e divide l'appartamento con la fidanzata Asia (Carolina Crescentini), che invece ha un lavoro come cameriera e vorrebbe che anche il ragazzo si desse da fare per trovare una occupazione onesta. Una mattina come tante altre, Diego rimane bloccato nel traffico a bordo di un motorino rubato. Per farsi strada comincia a spaccare gli specchietti delle auto ferme con il piede. Fra le auto che danneggia c'è anche la Mercedes di Franco Zorzi, detto il "Primario" (Giorgio Faletti), boss malavitoso che ha in mano qualunque traffico illecito della capitale. L'uomo, infastidito dal gesto, si intestardisce a volersi fare giustizia, e cerca di rintracciare il ragazzo tramite la targa grazie ad un suo infiltrato nella polizia, l'agente Cola (Dario Cassini) corrotto ed indebitato col Primario, che però gli rivela che il motorino è rubato. Il primario allora sguinzaglia i suoi uomini alla ricerca del ragazzo.

In una Roma spettacolare e periferica, mai vista prima, dove il clima diventa sempre più torrido, si consuma una vendetta incrociata. Una sfida tra il Bene e il Male. Una sfida tra i due protagonisti del film, moderni Davide e Golia, il sognatore Diego e il cinico Primario. Il giorno che cambierà le vite dei protagonisti sarà pieno di corse, vendette, inganni e sentimenti. Sempre con l'ombra incombente di un destino malevolo che porta il giovane Diego a incrociare la strada con un mondo più grande di lui.


Il trailer del film vi farebbe cambiare idea nel vederlo, è fatto veramente male, quindi vi posto la canzone del finale con l'augurio che possiate apprezzare, come io ho fatto.
//www.youtube.com/watch?v=MRKkmDwDFf4&feature=related
Scritto da 31330 il Sabato, 16 Aprile 2011 alle ore 19:01



Ieri sera quando sono rientrata a casa ho visto un bel film “Dresden” ambientato ai tempi del nazismo alla fine del secondo conflitto mondiale!

Storie di molti.. amori.. morte.. incontri e separazioni di coloro che hanno vissuto sulla propria pelle i dolori di una guerra!
Intere città europee rase al suolo.. Dresda era divenuta un cumulo di macerie e solo nel 2005 la sua cattedrale è stata ricostruita!
Si mi ha colpito una frase alla fine del film pronunciata della protagonista.. Anna.. una giovane infermiera diceva “chi si volta sempre indietro vede solo la sua ombra!”
Una grande verità nella vita si deve sempre avere il coraggio di andare avanti..di ricostruire e ripartire da zero anche quando sembra che tutto sia finito..chi vive ancorato al passato non riuscirà a vedere oltre sarà solo circondato da vecchi fantasmi!...io direi pensiamo al nostro presente..Mè!!
Scritto da Tomb Raider il Mercoledì, 3 Agosto 2011 alle ore 16:53

LE SETTE SPADE DELLA VENDETTA..........BELLISSIMO...CON JET LEE...UNO DEI PRIMI FILM DI KUNG FU SPETTACOLARI....SCARICATEVELO
Scritto da Anonymous il Sabato, 6 Agosto 2011 alle ore 8:29



//www.youtube.com/watch?v=6SaGOn7PFZs

Quando questo straordinario film usci’ nelle sale per ragioni di tempo non riuscii ad andare a vederlo e me ne rammaricai molto.
Destino ha voluto che ieri sera l'hanno dato alla tv...Un film di una bellezza inaudita tanto crudo e veritiero da risultare per certi versi persino inguardabile.. difficile da reggere e da digerire.
Precious.. appunto “preziosa” e’ una ragazza negra obesa che vive nei ghetti di Harlem e subisce abusi sessuali da parte del padre sin da quando era bambina. Ora il padre è morto e lei vive con una madre frustrata e inca**atissima in questa casa cupa e buia dove si mantengono col sussidio statale.
Precious è semianalfabeta e bravissima in matematica.. innamorata del suo professore e incinta per la seconda volta del padre.
Quando la scuola viene a sapere della sua gravidanza la manda via e viene messa in una scuola “sperimentale” per ragazze un po’ difficili con storie dure e tristi con cui convivono.
La madre si scaglia tutto il giorno con una rabbia inaudita contro di lei perchè la accusa di averle rubato l’uomo e di averci fatto dei figli assieme..Precious ha gia’ avuto un’altra figlia col padre e l’ha partorita sul pavimento della cucina mentre la madre la prendeva a calci in testa. La bambina viene chiamata MONGO.. abbreviativo di MONGOLOIDE perchè questa piccola creatura senza colpa è pure down e viene affidata alle cure della nonna che la porta da loro solo quando arrivano gli assistenti sociali a fare le verifiche di routine.
La madre rende la vita impossibile a precious... la insulta gratuitamente tutto il giorno le scaglia oggetti la obbliga a fare da mangiare a mettere i numeri al lotto e obbliga la figlia gia’ obesissima a mangiare anche quando non ha fame dopodichè passa le giornate davanti alla televisione fumando una sigaretta dietro l’altra e imprecando contro il mondo la rabbia che ha in corpo.
Per evadere dalla bestialita’ del padre e dalla furia della madre Precious si rifugia in un mondo immaginario.. fatto di divi..canzoni e attori dove lei è la protagonista principale bellissima.. elegante.. famosa e sexy... amata e idolatrata e mangiatrice di uomini dove lei insomma è al centro dell’unierso e parla con immagini e fotografie per riuscire a reggere la durezza di quello che deve subire ogni giorno.
Derisa a scuola e per la strada.. vive un inferno in un ghetto dove i negri spacciano crack per la strada e il disagio e il degrado la fanno da padrone ovunque.
Precious inizia cosi’ un nuovo cammino nella nuova scuola dove una maestra buona e premurosa si avvicina a lei con delicatezza e amore e le insegna a scrivere e leggere…Precious lega anche con le altre ragazze della classe e comincia a sentirsi amata e acquista stima in sè.
La situazione però precipita quando lei partorisce il secondo bimbo e una volta a casa la madre sfocia in una rabbia disumana perchè sa che il figlio lo ha fatto col suo compagno e scaglia il bimbo per terra e aggredisce la ragazza come non mai.
L’amore di mamma fa si che Precious si ribelli e si scaglia sulla madre spintonandola e afferrando il bambino per fuggire via e rifugiarsi nell’unico posto dove puo’ andare..la sua scuola.
Li’ viene soccorsa dalla maestra che la ospita a casa sua dove vive con una donna ..sono lesbiche ma la riempiono di attenzioni e di amore e la fanno sentire protetta e amata per la prima volta in vita sua.
Ma le sfortune non sono finite…Precious scopre pure di essere sieropositiva.
La madre le porta l’altra bimba MONGO e vorrebbe riallacciare i rapporti con la figlia e i nipoti ma Precious non ne vuole piu’ sapere l’assistente social una splendida Maria Carey la manda a quel paese e il film finisce con Precious che cammina in mezzo alla gente con in braccio i suoi due bambini frutto della violenza incestuosa del padre ma che tuttavia lei non riesce a non amare.


Questo film è un vero pugno nello stomaco e l’effetto che provoca è devastante..alemeno con me è stato cosi..i dialoghi le situazioni sono talmente realistiche da togliere il fiato e per tutto il tempo ti viene da entrare nello schermo.. allungare la mano verso sta povera ragazza vittima di una violenza inaudita e dirle “Vieni ti aiuto io”.
Ho avuto mal di stomaco per gran parte del tempo..Questo è uno di quei film che non si scordano tanto facilmente e che lasciano il segno.. vincitore pure di oscar.. da' uno spaccato talmente realistico della societa’ americana.. del ghetto.. del degrado.. del disagio..del mal di vivere e della violenza brutale degli esseri umani da essere persino disarmante.
Alcune scene si fa persino fatica a reggerle tanto sono vere e fastidiose.
Ma non mancano i luoghi comuni..la maestra buona un po’ troppo finta e poco convinta nella parte.. i falsi buonismi... le lacrimucce di circostanza e a tratti situazioni poco vissute.
Un ‘assistente sociale che manda a quel paese la madre mi pare davvero poco realistico.
Perchè gli assistenti sociali con questi casi ci hanno a che fare tutti i giorni sanno come gira il mondo.. sanno i mali della societa’ hanno scelto questo lavoro sapendo quello che li aspetta non devono tanto commuoversi quanto mediare e trovare una soluzione per riappacificare le persone e le famiglie sfasate.
Una assistente che si commuove per ogni parola di Precious e che manda a quel paese la madre non è per niente credibile eh...
Inoltre.. l’immonda bestialita’ della madre è pure giustificata in un certo senso perchè una che si vede il compagno che si tromba la figlia ...

Ma malgrado tutto queto è uno di quei film veramente indimenticabili.

Dieci e lode da parte mia.

Imperdibile.. assolutamente imperdibile.
Scritto da Tomb Raider il Venerdì, 26 Agosto 2011 alle ore 11:56

Dal romanzo di Francis Scott Fitzgerald..
Un film proprio curioso..dura 2 ore ma scorrono piacevolmente..racconta la storia paradossale di un uomo che nasce vecchio e ringiovanisce sempre più con l’avanzare degli anni. Alla sua nascita..la madre muore di parto e il padre.. proprietario di una fabbrica di bottoni non regge alla vista del neonato dall’aspetto rugoso e rattrappito e lo abbandona presso un ospizio per anziani gestito da una nera che.. non potendo avere figli lo tiene con sè e lo accudisce come gli altri vecchietti della casa.

Mi è piaciuto proprio tanto..c'è un mondo degli anziani dipinto in un modo molto delicato.. che ti fa apprezzare il grande tesoro che hanno dentro.
Poi c'è la tenerezza e l'incoscienza dei bambini e poi Brad è sempre un pezzo da 90!!!


Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 15 Settembre 2011 alle ore 10:41

Butterfly Effect

Il titolo è un programma....butterfly effect...quando si arriva alla fine si capisce che tutta la vita è una variabile...una scelta...e ogni decisione per quanto piccola possa essere è in grado di cambiare la vita di chi ci circonda...forse un messaggio di speranza e di ripudio dell'egoismo...che si sa alla fine viene tanto decantato (da me per primo) e poi inevitabilmente ci si casca con tutte e due i piedi

Scritto da trik il Giovedì, 15 Settembre 2011 alle ore 17:06

Il film che più mi è rimasto impresso che ho visto ultimamente è LEGION un film veramente fantastico che parla di angeli in lotta in unoscenario apocalittico...
Scritto da caffè universitario il Sabato, 17 Settembre 2011 alle ore 14:58

Un marito di troppo

l Ho visto ieri sera su sky un marito di troppo parla della continua ricerca della felicità da parte delle persone. La protagonista è una dottoressa che ha scritto un libro sull amore su alcune regole per essere felici e conduce anche una trasmissione radiofonica da dove cerca di dare consigli alle persone sul proprio rapporto dicendo anche a volte di lasciar perdere il proprio fidanzato....questo è alquanto sbagliato xke cmq non poteva dare giudizi senza conoscere i rapporti e le persone infatti si capisce ke crea alcuni problemi a delle persone. Ora la vera e propria trama della storia non la voglio raccontare xke altrimenti uno non lo vede piu sapendo tutta la storia....L unica cosa che posso dire è che questa dottoressa cambia idea su alcuni suoi ragionamenti in quanto non si puo scegliere la persona che ci sta accanto solo xke sembra la persona piu giusta al mondo e che ci possa dare un futuro ma la si puo solo scegliere con le emozioni, con le scintille, con una persona che accanto ci fa battere veramente il cuore


//www.comingsoon.it/Film/Scheda/Video/?key=1860#video


A me come film è piaciuto è semplice ma scorre bene passa in fretta il tempo vedendo questo film anche se la storia è un po strana e impossibile x come si conoscono il vigile del fuoco e lei
Scritto da insiemealei il Domenica, 9 Ottobre 2011 alle ore 13:59

"se solo fosse vero"
un film bellissimo..!!!
Elizabeth Masterson (Reese Witherspoon), un giovane medico che lavora assiduamente ma priva di una vita sociale e privata, è coinvolta in un incidente stradale.
Tre mesi dopo, David Abbott (Mark Ruffalo), un vedovo scosso dalla recente morte della moglie, si trasferisce in affitto nell'appartamento di Elizabeth. La ragazza, in stato di coma da circa 3 mesi in seguito all'incidente, appare a David nell'appartamento. Nonostante gli compaia in sembianze umane, possiede capacità spettrali: può svanire e oltrepassare le barriere artificiali. Quando si incontrano, sono entrambi sorpresi della presenza di un estraneo, ma in breve tempo Elizabeth si rende conto della sua condizione e con l’aiuto di David, rivivendo i posti e rivedendo le persone che le sono state vicino in passato, riacquista la memoria degli eventi accadutile nel corso della sua esistenza.
Elizabeth e David si innamorano l'uno dell'altra, ma non se ne rendono subito conto.
La ragazza, in un momento di pericolo, capisce di essere un medico e inizia la sua ricerca di informazioni su se stessa proprio dall'ospedale dove crede di aver lavorato sino a tre mesi prima: qui scopre il suo coma e inizia a lottare affinchè sua sorella Abby (che non può vederla) non conceda l'autorizzazione a spegnere il respiratore che ancora la tiene in vita. David è disperato, ma assolutamente deciso a non perdere colei che gli ha fatto riscoprire la vita dopo la scomparsa di sua moglie. Con l'aiuto di un suo amico prepara quindi il "rapimento" del corpo di Elizabeth, ma durante la fuga qualcosa va storto: un agente della sorveglianza, nel tentativo di fermare i due, stacca involontariamente il respiratore della ragazza. Il cuore di Elizabeth smette di battere ma David decide di donarle l'ultima e l'unica cosa che avrebbe voluto darle: un bacio. Elizabeth incredibilmente si risveglia dal coma, ma non riconosce il volto del ragazzo che, deluso, se ne va.
I giorni passano e finalmente Elizabeth decide di tornare a casa sua, quella casa che aveva condiviso con David. Ma c'è una sorpresa ad attenderla. Sul meraviglioso tetto del palazzo è stato creato un giardino paradisiaco: qui incontra David, l'artefice della sorpresa. Le dice di essere entrato con delle chiavi di riserva e, mentre le sta riconsegnando alla proprietaria, le sfiora la mano. Basta questo semplice gesto a far tornare in mente a Elizabeth tutti i giorni trascorsi con il ragazzo sotto forma di spirito, e soprattutto il suo amore per lui: come ogni fiaba il film finisce con un bellissimo bacio sotto il sole del tramonto.


Scritto da The Dark Vampire il Domenica, 9 Ottobre 2011 alle ore 15:58

Incontrerai l uomo della tua vita

Film di Woody Allen di solito non vedo film fatti da lui, sopratutto dove lui, è attore magari premetto che i suoi film li ho visti poco, e in maniera superficiale, e mai appofondita, ma il vero motivo, è che mi annoiano e dopo un po devo toglierli, come i musical dove si balla, e si canta piu di quanto si parla ...io sono amante delle commedie sentimentali,comiche, drammatiche ...alla fine l importante è che ci sia una storia, e dei sentimenti, che si provino delle vere emozioni, guardando i film e questa me ne ha suscitate delle emozioni, cmq non sapevo che lo aveva fatto woody allen,l ho saputo alla fine del film.

Questo film parla di quanto noi essere umani, quando arriviamo e tocchiamo il fondo della nostra vita, ci attacchiamo a qualsiasi credenza, anche se puo essere sciocca o ciarlatana, in questo caso xke si tratta, nel credere a una chiromante. E si xke noi non possiamo arrivare al punto di non credere piu a niente, e alla fine ci attacchiamo a qualcosa, ke ci far star bene in quel dato momento, addirittura anche a una chiromante. Una delle protagoniste era veramente disperata, xke era stata lasciata dal marito a causa della sua forte sincerità, cosi gli aveva detto il marito Antony Hopkins, e sopratutto x il fatto ke lui si sentiva piu giovane degli anni ke aveva, ed era alla ricerca di forte emozioni che vivono i 30enni, e non quelli della sua età. In questo film ci sono molte persone che sono alla ricerca di altro, che non sono contente di quello ke hanno, e ke sono prossimi a cambiamenti, infatti di cambiamenti ce ne saranno molti, x questo il filmx me è carino, xke alla fine nessuno torna al punto di prima. Purtroppo noi non siamo mai contenti, di quello ke abbiamo, ne siamo sempre scontenti, e quindi facciamo di tutto x provare a vedere cosa avviene, quando raggiungiamo cio ke cercavamo, ma piu protagonisti di questo film ci fanno capire, ke a volte cambiare o cercare di raggiungere un obiettivo, non sempre sarà positivo, anzi porterà tanti altri guai, in piu, o che credere fortemente a qualcosa come a una chiromante, o al fatto di fare sedute spiritiche, porterà dentro di loro solo tanta pazzia, e poca fermità mentale, in quanto ormai vivono in un mondo, che c entra poco con la realtà di tutti i giorni, e la realtà del mondo fuori. Ma quando si soffre e ci sono molte ferite e delusioni intorno a noi, inferte da persone importanti, come suo marito; cadono tutte le nostre sicurezze, e cade intorno a noi tutto ciò a cui abbiamo sempre creduto, e rimanere razionali non sempre è semplice, siamo tutti fatti di carne ed ossa, con un cuore ke non smette mai di battere.Come al solito non vi racconterò tutta la storia e i cambiamenti dei personaggi di questo film e cio' ke ne deriva dai cambiamenti delle loro azioni e se ne saranno felici o no di questo.....xke io sono del parere ke la storia di un film o di un libro non deve essere raccontata tutta ma solo in grande linea x far capire solo dei temi ke tratta il film altrimenti gli altri sapendo gia tutta la storia non se lo vedono non gli desta piu la curiosità il film.
Cmq ha questo titolo il film proprio per prendere in giro e dire ke ancora ai nostri tempi nel 2011 si debba andare o credere a una chiromante x sapere il nostro futuro o x sapere chi sara o se lo incontreremo mai l uomo dei nostri sogni....cmq io alla fine vi dico di vederlo a me e piaciuto

//www.comingsoon.it/Film/Scheda/Video/?key=47753#video
Scritto da insiemealei il Mercoledì, 12 Ottobre 2011 alle ore 0:55

Memento

Accingendosi a riordinare le idee riguardo il film, non si sa da che parte cominciare: perchè è la stessa opera a non avere nè un inizio, nè una fine.
Ciò che lo rende un capolavoro non è tanto la storia in sè - la situazione quasi “banale” di un disadattato – ma il modo in cui è stata sviluppata.
Memento è un film che narra a ritroso la storia di Leonard per arrivare al principio di tutto, adoperando una trama circolare: ogni volta che il protagonista si sveglia è come se ricominciasse da capo, non sa dove si trovi e si affida ai suoi post-it e ai suoi tatuaggi. Tutte le sue ricerche portano al nulla, all’oblio della memoria in difetto, costringendo lo spettatore ad accendere il cervello per poterlo seguire.
Come se non bastasse vi sono due narrazioni parallele: il bianco e il nero per le riflessioni interiori e il colore per l’intrecciarsi dei personaggi e della storia.
I due filoni corrispondono a due momenti precisi dello snodarsi della trama: il bicolore è presente laddove ci sia spazio per i ricordi e i particolari, i colori per lo scemarsi degli stessi.
Recensire Memento è senza dubbio un’impresa ardua: perchè un film di tal genere presenta una struttura innovativa nel cinema hollywoodiano. E’ costruita sull’incastro dei vari blocchi di scene legate fra loro da un filo logico costituito dalla memoria del protagonista la quale, essendo difettosa, ricalca appieno lo stile della pellicola. Ecco dunque una trama slegata cronologicamente, basata su promemoria, su polaroid scattate a sconosciuti, su tatuaggi; una trama che torna correntemente su se stessa, a risaltare l’ossessività della vana ricerca.
Il termine rammentare, in questo caso, è precario: perchè Leonard utilizza vari stratagemmi per ricordarsi ciò che ha dimenticato, ma di fatto ogni volta che si sveglia deve apprendere tutto ciò che ha scritto, come se non l’avesse mai elaborato.
In questo modo lo spettatore deve guardarsi da mille vicoli ciechi, da strade interrotte o sbagliate, trovandosi a rielaborare l’idea del film dopo ogni blocco di sequenze.
Memento tratta le problematiche di chi è affetto da handicap: è la storia di un malato che diviene strumento nelle mani di persone senza scrupoli, sfruttato e deriso apertamente, soggiogato e manipolato a tal punto da fargli credere che la sua unica certezza, l’omicidio della moglie, è solo l’ennesimo scherzo della sua memoria bacata.
La pellicola dunque, approfondendo l’analisi, tratta anche le tematiche della convenzionalità dei lemmi e dell’importanza dei ricordi. Nonostante Leonard scriva tutto ciò che gli capiti in mente, il suo metodo è destinato al fallimento: perchè le parole trasudano il significato e il tono che si vuole attribuire loro, vittime perciò di interpretazioni arbitrariamente opinabili.
Si è quel che si ricorda di essere, ma non serbando memoria, si è destinati alla follia.




La nostra memoria piu delle volte ci fa degli scherzi ma purtroppo le cose piu brutte che ci accadono sembra che non le dimentichiamo mai anche se vorremmo fossero le uniche che scomparissero il protagonista l ultima cosa ke ricorda è aver visto morire la moglie ...da quel momento in poi la sua memoria cambierà tante volte anche x colpa di persone che lo fanno apposta volutamente x trarne vantaggi e aiuti da parte sua
Scritto da insiemealei il Venerdì, 14 Ottobre 2011 alle ore 23:11

Almeno tu nell universo

Bellissimo film l ho visto due volte oggi, sono quei tipi di film che mi piacciono molto a me. Ma che in alcuni momenti della vita, a volte ti rimangono piu impresso che in altri momenti, e ora era uno di quei momenti, un po piu travagliati sia in amore, che in altre cose, e quindi sono contento di averlo visto stasera. Il film si chiama almeno tu nell universo ...e ha tante bellissime colonne sonore, canzoni d amore, e la prima piu carina, è quando Marco entra nel negozio dove lavora Giulia ..e li diciamo che è il loro vero primo incontro, subito dopo questa scena loro si vedono sul tevere, a roma e iniziano a parlare un po di loro, e dei loro problemi familiari, di lei, che è un personaggio un po strano, ma bello e frizzante, xke aveva una bella teoria; occuparsi nella vita delle cose che non sapeva fare bene, come ad esempio andare in moto, o lavorare in un agenzia di viaggio, senza mai andare a vedere, nessun posto, xke cmq non poteva viaggiare, x via del padre ke era morto in un incidente d aereo. Mentre lei è con lui, immagina di essere sulla senna a parigi, nella citta piu romantica del Mondo, a me è capitato di andarci in vita mia x 4 giorni, e ogni sua via ti faceva percepire, questa magia, questo romanticismo, che c'e a Parigi e vedendo lei; che lo immagina nel film, me lo fa tornare in mente, anche a me, che vorrei tornarci questa volta, xo con la persona che amo o con cui sto bene.Continua la rabbia di Marco x i suoi problemi familiari, il suo sentirsi solo e in questo suo momento negativo, x fortuna incontra Giulia, a cui piano piano si avvicina sempre piu. Prima di aver incontrato lei era un tipo molto solitario, chiuso, introverso a volte anche freddo. Inizia il loro secondo appuntamento, questa idea di lei di vedersi alle 6 di mattina a trastevere dietro casa mia, mi è piaciuta molto, xke vedere lui, ke si alza alle 5 e 30 x vedere la sua lei, e vedere l alba e passarla insieme a lei, è molto bello. Poi la canzone dell appuntamento, è molto bella, e vedere che si mettono in quelle scalette, dove x anni ci sono andato con i miei amici, quando avevo 18 anni, mi fa tornare di tanto indietro, poi trastevere è una zona che ho sempre amato, mi fa immaginare amore. Poi questa mattina questa alba, va avanti e vanno a giocare insieme a basket, nella sua ex scuola, che assomiglia tanto a un campo che sta dove abito io a donna olimpia, che e rialzato in un terrazzo, da dove puoi vedere piu parti di roma, xo quando lo inquadrano sembra che non sia quello, ma non ne sono convinto, quindi anche questo pezzo mi emoziona, xke mi porta ricordi di quando avevo 13 anni; e poi loro si divertono molto e mi piace vedere due fidanzati che si divertono molto, e stanno bene insieme, poi con quella canzone di Mengoni in sottofondo, e bellissima la scena e infatti da qui, parte la prima carezza e il primo bacio quello che non si scorda mai, tra la coppia.Giulia diceva che la felicità si nasconde, nelle cose semplici, cosa c e di piu semplice, dietro un tetto, un tramonto e una fetta d anguria. I due continuano a stare insieme, tutta la giornata, infatti sono su un terrazzo, uno a fianco all altro a vedere le stelle, e parlare di come si trovano bene insieme, e su alcune loro fantasie "sulla musica delle stelle" e su suo padre che ora non c e piu. Continuano a vedersi nei giorni seguenti, e andare in moto insieme, e li lei gli dice una frase toccante, mentre doveva fare un salto difficile, xke lui dice è normale aver paura di morire, e lei risponde se hai qualcosa da perdere si.....infatti molte volte nella vita, quando pensiamo di aver perso tante persone importanti, sembra quasi che ci passi la paura di morire, xke ci sentiamo scossi dentro, come dopo un terremoto, quando perdiamo persone importanti, o persone che ci fanno stare bene, in un dato momento, e io ora un po mi sento cosi, xke in questi 3 mesi avevo una persona che mi dava questa bella sensazione, di dire si, se la perdo, perdo qualcosa di importante, qualunque essa sia, xke tutto questo che sento, è dovuto a lei, alla sua vicinanza, al fatto di averla conosciuta, xke a volte basta poco, basta un po di semplicità, x portare la felicità che sentiamo dentro di noi. Dopo vanno a casa di lui, dove incontrano il suo coinquilino Andrea, che prova a ballare con una scopa in mano, xke voleva imparare a ballare, x far colpo su una ragazza, di cui si era innamorato, allora Marco lo aiuta davanti a Giulia un po divertita, da questa scena, raccontandogli altri particolari sulla sua vita adolescenziale passata.Dopo loro due salgono e si baciano nel letto, con la bellissima canzone, di sottofondo almeno tu nell universo sono abbracciati, e con gli okki chiusi, si vede che stanno bene insieme, e iniziano ad amarsi sempre di piu.Piu avanti sempre, scena carina toccante, e dolce di loro due dove lui le accarezza i capelli, e la guarda mentre dorme, xke anche a me piace farlo ti da il senso di protezione, verso la persona ke ami, e ke ti piace, ci staresti le ore intere ad osservarla.Lui la porta con la moto, in un posto dove ci andava sempre da bambino, li lui commette una sciocchezza, mettendo paura a lei, e compromettendo x un attimo il loro rapporto, e lui fa una riflessione, dicendo che era un bambino, pronto a rischiare la vita e l amore, ma poi gli chiede scusa, e gli dice insegnami a non essere stronzo, insegnami a vivere; e si xke a volte per paura di perdere, una persona, si fanno tante cavolate, x paura di essere piu ragazzino di lei, si fanno errori, e infatti vorresti chiedergli, insegnami a vivere, basta ke non ti perdo, xke a volte x tanto amore, o bene, che si prova x una persona si pensa spesso, o si ha paura di non essere alla sua altezza, e ke prima o poi la perdi, parlo del fatto ke magari, ha avuto piu esperienze di vita in passato, e quindi ha fatto percorsi prima di te, che ancora non hai fatto, e questo puo mettere paura.......Giulia dopo in una scena, dice ke non c e gusto nel fare, le cose ke sai gia fare, mi piace mettermi in gioco e questa frase mi e piaciuta, xke è da persona positiva e forte carratterialmente, e mi ricorda molto una persona che mi ha preso tanto, proprio x questa sua facciata (positività e forza caratteriale).Tanto x la cronaca nel film si incrocia un altra storia d amore, tra Andrea e Dafne di cui non ne parlo molto, e la menziono poco, xke non riesco a impersonificarmi in questa storia, xke gia nasce male, con tante bugie, da parte di lui x fare colpo su di lei, e x me questo, non è amore vero, o cmq non è toccante e romantico, come l altro amore, anche se qualcosa di buono, la fa anche lui imparando a ballare, visto che lei è una maestra di ballo o cucinare x lei, a modo suo visto che non era abituato, a innamorarsi, cerca di fare quello ke puo, ma cmq inizia gia male il loro amore, e rischia di finire, cosi ben presto.Quindi mi piace piu soffermarmi nell amore, tra Marco e Giulia, che è molto piu bello, puro, dolce e romantico, quello ke ti fa battere il cuore, senza chiederti il xke, e te lo fa fare in modo ingenuo, e toccante quasi da liceale. Ma gli amori da liceali, sembra ke siano i piu puri, quindi in amore sarebbe bello rimanere liceale x sempre, almeno x quanto riguarda l amore, che si prova tra un ragazzo e una ragazza. Da qui in poi inizia la parte brutta, del film Marco e Giulia litigano, xke lui fa a botte x gelosia al ristorante, dove erano andati, x un po non si sentono, ma si rivedono xke a lui gli arriva da parte di lei, una telefonata dove dice ke sta male, e infatti dopo vari accertamenti si capisce ke la malattia di lei, era molto grave e lui inizia a impazzire, dopo questa notizia, torna a casa e spacca tutto, quello ke trova dentro casa, ma tutta questa rabbia si puo capire e comprendere.Lui inizia a stargli sempre piu vicino a lei, e alla famiglia di lei, va a dormire a casa sua, e x la prima volta gli dice ti amo, cerca di confortarla, e lei gli svela una cosa molto carina, ke nella sua stanza, non era mai entrato nessun ragazzo prima di lui, e mette delle stelline, ke suo padre gli aveva dato da piccola, e decidono di fare l amore abbracciati uno all altro....Nell indomani vanno in una clinica, e lei vedendo lui, in preda allo sconforto, gli dice questa frase, pensa che siamo stati fortunati, potevamo non incontrarci mai....una frase bellissima, a cui penso tutte le volte in cui, incontro persone di cui mi innamoro, o che lasciano un segno indelebile dentro di me, come in questi mesi, e come quello ke ho provato, in questi mesi.Dopo aver fatto degli accertamenti, lui prende Giulia, e la porta con un aereo noleggiato, a Parigi dove aveva promesso di portarla, e si vede un po di felicità nei loro occhi, un po di speranza nonostante le brutte notizie ricevute e rimarcate dal dottore.Quest ultima parte del film è un po straziante, e ti fa venire in mente brutti pensieri, quelli x cui non dormo infatti, domani andrò da mia nonna, che si trova in ospedale, xke si è rotta il femore, nel giorno del mio compleanno, e questo mi da fastidio, xke l ultimo che ricordo di aver passato bene, con lei era quello di due anni fa, dove lei si commosse, vedendo la sorpresa, ke gli avevo fatto, xke cmq eravamo abituati a festeggiarli insieme, visto ke il suo era un giorno prima del mio, di compleanno, e il suo pianto mi tocco tanto l animo, e i ricordi. Infatti non so xke ma ricordero sempre quello di compleanno, passato insieme, io e lei, prima ke andasse in quella casa di cura, dove gli hanno rubato tutti i suoi ricordi, e il suo passato, xke poi da li, non mi ha piu riconosciuto, sa solo ke mi conosce, ma non so ki sono, a volte è stato un bene x lei, xke era piu sorridente del suo solito, appunto xke ormai era quasi ingenua, visto ke ormai ogni dolore lo aveva cancellato la sua mente, ma dopo questa cosa, ho paura ke dopo le tante operazioni, non puo piu fare nulla e che gli lascino il femore cosi. La parte iniziale mi ha fatto star bene, x il loro amore e x quello ke vorrei io, con una persona ke amo, e a cui voglio tanto bene, ma questa parte finale mi fa tornare in mente tante cose brutte, come quella di stamattina, una scena a cui non ero pronto, un ragazzo di 40 anni o meno, che era piu di un anno ke non vedevo, e l ultima volta ke io ci parlai, era sempre pieno di vita,scherzoso vederlo su una sedia a rotelle, mi ha fatto strano, vederlo un po spento, e stanco a tal punto ke ho fatto una cosa un po vigliacca, non sono andato li dove era, xke non sapevo cosa dirgli, avevo paura ke qualsiasi cosa gli potessi dire, fosse stupida, tipo come stai, o altre cavolate del genere, visto ke era piu di un anno, che non lo vedevo, mi si è stretto il cuore xke quando vedo certe cose capisco, ke la vita è talmente ingiusta, e ke quando accadono queste cose qualsiasi cosa puo sembrare piccola, e insignificante, come qualsiasi frase ke gli puoi dire, infatti me ne sono pentito, e mi sento stupido ad essermi comportarto cosi come stamattina ma mi sono bloccato davanti a quella scena . Ma anche ricordi miei passati in alcuni momenti un po neri, x via di perdite importanti, mi portano a pensare ke a volte, è meglio non vedere persone, ke ti guardano con faccia da circostanza, facce tristi o ke ti dicano le solite parole, xke in quei casi vorresti solo essere solo.Il finale è bruttissimo ma non x questo il film, non deve essere visto, la storia non debba essere vissuta, attimo x attimo insieme ai protagonisti ,di un amore cosi bello, puro e dolce, e cosi lo potrò dire anche io,tutte le volte ke trovero persone di cui mi innamoro, e x la quale diro, ke anche 3 mesi vissuti insieme a loro, ne valgano sempre la pena, xke l importante è almeno averli incontrati, xke gia solo, x quello almeno si è stati fortunati.E lo so a me i film e i libri fanno un brutto effetto xke mi impersonifico molto con i personaggi e le storie e deve ripercuoterli passo x passo x tutta la storia come ho fatto qui xke infatti ora avrei voluto che questi 3 mesi non finissero mai come penso del resto molte persone ke hanno visto questo film penso ke non avrebbero voluto una fine o un finale del genere e cosi anche io volevo ke non finissero mai questi 3 mesi e volevo che non esistesse piu il tempo cosi almeno non ci puo essere nessuna scadenza del termine xke vorrei che ci fossero solo storie che durano x sempre appunto x questo vedo sempre tanti film d amore xke almeno li il piu delle volte questo accade davvero, amore x l eternita


//www.youtube.com/watch?v=x3M6-XUoIok


Questo link x vedere il film

//film-stream.tv/2011/10/almeno-tu-nelluniverso/
Scritto da insiemealei il Domenica, 23 Ottobre 2011 alle ore 1:12




Il bellissimo Dorian Gray (Ben Barnes) arriva nella Londra Vittoriana dove.. ancora giovane e ingenuo..si lascia trascinare nel vortice della vita sociale dal carismatico Henry Wotton (Colin Firth)..che introduce Dorian ai piaceri edonistici della città...l’amico di Henry.. l’artista Basil Hallward (Ben Chaplin) dipinge un ritratto di Dorian che cattura appieno tutta la sua bellezza giovanile.
Nel momento esatto in cui tolgono il velo che ricopre il ritratto..Dorian compie un futile giuramento..è pronto a sacrificare qualsiasi cosa pur di rimanere così come appare nel ritratto… perfino la sua anima.
Incoraggiato da Henry...Dorian si lascia trascinare nelle avventure più sfrenate..ma mentre Dorian continua ad apparire innocente e bellissimo come sempre.. il suo ritratto.. che ora è chiuso a chiave in soffitta..ad ogni atto malvagio da lui commesso..diventa via via più orripilante e mostruoso. Sembra quasi
che Dorian possa concedersi qualsiasi desiderio proibito senza dover subire alcuna conseguenza.
Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 17 Novembre 2011 alle ore 20:09



Se ancora siete di grandissimi sognatori e non smettete mai di avere la testa fra le nuvole
questo e il film per voi!!!
A me e' piaciuto tantissimo!!!!!!!!!!!!
Scritto da Tomb Raider il Giovedì, 17 Novembre 2011 alle ore 20:13



//www.youtube.com/watch?v=Cg1ONu0P58g

Ho visto questo film che mi interessava da diverso tempo è carino scorre bene e gli effetti speciali sono buoni.
E' il classico fantasy che non disdegna l'ironia come piace a me...la pecca di certi filmoni del genere è quando mancano di un po' di risate.
Invece questo fa anche ridere ci sono citazioni delle fiabe celebri dei fratelli Grimm..da Cappuccetto Rosso ad Hansel e Gretel..passando per la Bella Addormentata e Biancaneve.
Bravissimi gli attori..Matt Damon e Heath Ledger i due fratelli e da sottolineare Monica Bellucci nei panni appunto dell'incantevole strega.
Scritto da Tomb Raider il Mercoledì, 4 Gennaio 2012 alle ore 18:29

cento passi
Scritto da Daniela89 il Giovedì, 5 Gennaio 2012 alle ore 0:19


E' tanto che non posto un film e vorrei consigliarvi questo sempre se avete bisogno di qualcosa di leggero senza mettere sotto stress i neuroni ehehe..questo potrebbe essere ideale è un film carino e senza pretese.



Lei una cattiva maestra in tutti sensi..spudorata..opportunista e mascalzona.
Un lui (Justin Timberlake) imbranato e insicuro..mentre dall'altra parte un Jason Segel poco valorizzato..ma verace e a tratti goliardico.

Se amate Cameron Diaz come me..guardatelo è davvero molto divertente!!!...ciao ciao alla prossima..Me!!!
Scritto da Tomb Raider il Sabato, 14 Aprile 2012 alle ore 13:08

Quasi amici

Sono quei film che vedresti tante volte dove in ogni minuto di film esistono emozioni esiste cuore umanità tutto quello che ormai non esiste quasi piu ai tempi di oggi. Due persone del tutto diverse si incontrano e iniziano di nuovo a vivere la propria vita una vita che ormai avevano smesso di viverla come spesso accade nella realtà. Ma fortunamente riescono a compensarsi e a far migliorare tutte e due le vite dell altro uno in modo diverso dall altro. Insieme si divertono insieme vivono poche volte si riesce a trovare una persona che capisce davvero i tuoi stati d animo quello che ti serve per farti star bene e l umanità di Cris è fantastica xke si comporta sempre bene con lui da vero amico lo tratta da pari ci scherza lo prende in giro ma non smette mai di farlo sentire vivo anzi cerca sempre di piu di fargli capire ke la sua vita non e finita nonostante le tante difficoltà e lo aiuta ad incontrare una donna. A volte è quasi commovente questo film, su Cris nessuno avrebbe mai puntato mentre il suo amico gli da una possibilità e l aiuta a migliorasi all interno della società dandogli un compito un qualcosa su cui capire che anche lui serve che anche lui è responsabile. Mi è piaciuto xke so che cmq esiste una persona che puo aiutarti in tutto a sconfiggere tutte le cose negative che ti accadono in un dato momento superandole a fianco a lui come solo un angelo riesce a fare e loro due insieme sono due angeli ......
Spesso mi accade di commuovermi nei film ma questo oltre a fare ciò mi ha riempito il cuore .....e a me questa sensazione mi piace molto ma poche volte riesco a compensare questa richiesta voluta dal mio cuore, si puo soltanto vivendo situazioni sentimentali a pieno con persone ipersensibili mai scontate mai superficiali che pensino solo alle cose importanti della vita,cioè alla famiglia a costruire qualcosa di solido in un momento che di solido non ci regala piu niente .

//www.youtube.com/watch?v=-VmXQ-tPI3o




Gli "angeli" esistono...ed è proprio la loro inconsapevolezza a renderli tali ! Questa SONG è dedicata a tutte le persone che vivono della esistenza di "quella persona" , persona che con la sua presenza trasforma inconsapevole un ordinaria vita in un qualcosa di straordinario...
Scritto da insiemealei il Sabato, 12 Maggio 2012 alle ore 14:14

(alt+p)
"La vita è bella"... eppure parliamo di olocausto.. o meglio shoah! E' diverso dagli altri film che trattano questo argomento...come nel "bambino col pigiama a righe"... vediamo tra i protagonisti un bambino.. questo lo rende ancora più tragico ma grazie a Benigni il dramma è unito alla comicità , mantenendo un significato profondo.
Scritto da .TaNiA. il Mercoledì, 1 Agosto 2012 alle ore 15:28
Web Irish Pub .net ©2005-2018 All Rights Reserved