Celti e Fantasy [1]

I Celti furono un popolo della più grande stirpe indeuropea, venuti da regioni nordiche e caucasiche, e da Nord sciamati in tutta l'Italia Settentrionale,

INDICE FAQ Cerca Lista utenti Gruppi Registrati Profilo Messaggi privati Log in


Celti e Fantasy Precedente :: Successivo
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum > storia, tradizioni, musica e leggende
Versione Stampabile
 
admin
Druido del Boccale

Druido del Boccale
Registrato: 07/12/05
Messaggi: 219
Messaggio 06 Marzo 2006, 00:45   Celti e Fantasy Rispondi citando
I Celti furono un popolo della più grande stirpe indeuropea, venuti da regioni nordiche e caucasiche, e da Nord sciamati in tutta l'Italia Settentrionale, e a Nord fino alla Norvegia, a Est in Turchia e in Russia. Sottomessi in lunghe guerre dai Romani, sopravvissero con le loro tradizioni intatte specie in Irlanda.

La cosa è particolarmente interessante, poiché è dalle leggende irlandesi, trapiantate in America con le emigrazioni, che deriva il filone migliore della fantasy. I Celti non usavano scrivere, ma delegavano l'intera loro cultura tradizionale - cioè oralmente trasmessa da maestro a allievo - alla classe dei Bardi, poeti e cantori di gesta, che soppressi dai vincitori Romani, non riuscirono più a conservare le loro conoscenze e trasmetterle al popolo. Solo in Irlanda le saghe si conservarono, e in pochi altri luoghi, come il Galles, i Paesi Scandinavi, dove studiosi monaci cattolici misero per iscritto quanto restava degli antichi miti.

Poiché il Celta aveva una concezione del mondo impregnata della presenza del Sacro nelle manifestazioni della natura e della vita, e popolava i suoi racconti di esseri fantasiosi e simbolici, di gesta di eroi, lotte contro mostri ed esseri sovrannaturali, la tradizione celtica fu riscoperta dal Romanticismo, e per il suo senso del meraviglioso ed epico, contrapposta alla visione materialistica e utilitario-mercantile della cultura borghese ispirata all'Illuminismo ateo e meccanicista. Fu il disgusto dell'oggi disumanizzato e banale a far riscoprire i valori di un popolo di per sé poco conosciuto, sul quale si poteva liberamente fantasticare.

L'universo fiabesco e misterioso, le creature classiche dell'horror vengono dalla tradizione celtica. Il lupo-mannaro, protagonista di tante avvincenti storie, è la versione moderna del berserker, un guerriero invasato dal furore di Odino. Vestito di pelli di lupo, ululante e insensibile al dolore, per effetto di pozioni particolari terrorizzava i Romani. In epoca pagana era considerato un eroe divino, poi, con l'avvento del Cristianesimo, divenne il cattivo lupo-mannaro. Elfi, fate, spiritelli, gnomi, draghi terrestri, acquatici e aerei, nani custodi di tesori sotterranei portatori di cupe maledizioni, popolano le storie dell'immortale Tolkien.

Sappi dunque, o lettore, che quando cerchi l'avventura negli splendidi reami dell'Era Hyboriana e ti senti trascinato in quel mondo dalla canzone della spada del Cimmero, fai rivivere nella fantasia audace le tradizioni delle antiche radici della Prima Europa, e di un popolo che ha fatto giungere fino a noi, attraverso i millenni, gli echi delle gesta dei suoi eroi.

testo di Mariella Bernacchi (pubblicato dal Centro Studi la Runa)
Chat Il profilo di adminInvia messaggio privato
Top
   
liuc846
Forestiero

Forestiero
Registrato: 04/03/07
Messaggi: 12
Messaggio 10 Marzo 2007, 00:17   Rispondi citando
io abito nella provincia di milano e nel parco del ticino c'è il calendario celtico bellissimo.... Very Happy irish_drink
_________________
webirishpub.net
Forum Il profilo di liuc846Invia messaggio privato
Top
   
scarface8
Forestiero

Forestiero
Registrato: 05/02/08
Messaggi: 2
Messaggio 29 Giugno 2008, 22:08   Rispondi citando
veramente interessante.mi piace questa storia!
Blog Il profilo di scarface8Invia messaggio privato
Top
   
SweetAngel
Consigliere

Consigliere
Registrato: 27/06/06
Messaggi: 292
Residenza: dove la mente mi porta
Messaggio 09 Ottobre 2008, 22:26   Rispondi citando
io ho una passione innata per gli elfi..per le storie su di loro..per me sono una meraviglia..e ricordo che da piccola chiedevo sempre a mamma se un giorno le mie orecchie sarebbero diventate come le loro.. Laughing Laughing
_________________
tutto ha un inizio, tutto ha una fine.. l'importante è vivere ogni cosa fino in fondo.
Foto Il profilo di SweetAngelInvia messaggio privato
Top
   
CelticGirl
Forestiero

Forestiero
Registrato: 13/06/10
Messaggi: 14
Messaggio 19 Ottobre 2010, 11:14   Re: Celti e Fantasy Rispondi citando
@admin ha scritto:
I Celti furono un popolo della più grande stirpe indeuropea, venuti da regioni nordiche e caucasiche, e da Nord sciamati in tutta l'Italia Settentrionale, e a Nord fino alla Norvegia, a Est in Turchia e in Russia. Sottomessi in lunghe guerre dai Romani, sopravvissero con le loro tradizioni intatte specie in Irlanda.

La cosa è particolarmente interessante, poiché è dalle leggende irlandesi, trapiantate in America con le emigrazioni, che deriva il filone migliore della fantasy. I Celti non usavano scrivere, ma delegavano l'intera loro cultura tradizionale - cioè oralmente trasmessa da maestro a allievo - alla classe dei Bardi, poeti e cantori di gesta, che soppressi dai vincitori Romani, non riuscirono più a conservare le loro conoscenze e trasmetterle al popolo. Solo in Irlanda le saghe si conservarono, e in pochi altri luoghi, come il Galles, i Paesi Scandinavi, dove studiosi monaci cattolici misero per iscritto quanto restava degli antichi miti.

Poiché il Celta aveva una concezione del mondo impregnata della presenza del Sacro nelle manifestazioni della natura e della vita, e popolava i suoi racconti di esseri fantasiosi e simbolici, di gesta di eroi, lotte contro mostri ed esseri sovrannaturali, la tradizione celtica fu riscoperta dal Romanticismo, e per il suo senso del meraviglioso ed epico, contrapposta alla visione materialistica e utilitario-mercantile della cultura borghese ispirata all'Illuminismo ateo e meccanicista. Fu il disgusto dell'oggi disumanizzato e banale a far riscoprire i valori di un popolo di per sé poco conosciuto, sul quale si poteva liberamente fantasticare.

L'universo fiabesco e misterioso, le creature classiche dell'horror vengono dalla tradizione celtica. Il lupo-mannaro, protagonista di tante avvincenti storie, è la versione moderna del berserker, un guerriero invasato dal furore di Odino. Vestito di pelli di lupo, ululante e insensibile al dolore, per effetto di pozioni particolari terrorizzava i Romani. In epoca pagana era considerato un eroe divino, poi, con l'avvento del Cristianesimo, divenne il cattivo lupo-mannaro. Elfi, fate, spiritelli, gnomi, draghi terrestri, acquatici e aerei, nani custodi di tesori sotterranei portatori di cupe maledizioni, popolano le storie dell'immortale Tolkien.

Sappi dunque, o lettore, che quando cerchi l'avventura negli splendidi reami dell'Era Hyboriana e ti senti trascinato in quel mondo dalla canzone della spada del Cimmero, fai rivivere nella fantasia audace le tradizioni delle antiche radici della Prima Europa, e di un popolo che ha fatto giungere fino a noi, attraverso i millenni, gli echi delle gesta dei suoi eroi.

testo di Mariella Bernacchi (pubblicato dal Centro Studi la Runa)



tutto cio' che mi piace di loooooooro Smile
Community Il profilo di CelticGirlInvia messaggio privato
Top
   
Web Irish Pub
Spirito del Pub




Registrato: 01/01/06
Messaggi: tanti
Residenza: Internet
Messaggio 28 Mag 2018, 02:38  Chat

Proponi in chat nuovi argomenti da discutere sul forum e invita gli altri a partecipare!

Entra in CHAT
 
Top
   
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum > storia, tradizioni, musica e leggende
Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

 
 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Proudly powered by phpBB