Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Dentroadunsognomalconcio

Martedì, 10 Dicembre 2013, 15:41

Niente albero quest'anno, siamo troppo affaccendati tra una moribonda e le nostre angosce esistenziali. Siamo una famiglia che si regge in piedi su piedi sottili e traballanti. Ci facciamo carico di spese economiche inimmaginabili, e cerchiamo di non spegnerci, come in molti fanno. Mi manca vedere quell'alberello nel mio salone, mi faceva sentire più allegra, anche se da cinque anni l'allegria è davvero difficile da trovare. Forse quest'anno neppure Lei riuscirà a venire a trovarmi, lo scorso anno abbiamo passato le feste insieme, ero Felice. Credo che questo sia stato un brutto anno tranne la nostra parentesi, la scuola è finita ormai da due anni, ed io non trovo uno straccio di lavoro. Credo di poter fare qualcosa in questo grande mondo, scrivere non lo so, forse un giorno, al momento mi accontenterei di non essere così insoddisfacente. Mi accorgo di essere infantile, lo sono molto, da fare schifo. Come posso pensare di volere un albero anche in circostanze tristi e difficili? Eppure lo vorrei. Ho sempre fatto affidamento sul mio albero di Natale, lo allestivo con cura, nei minimi particolari, mio padre metteva a posto i rami da montare ed io facevo il resto, poi a causa della mia scarsa coordinazione per le lucine chiedevo aiuto a mia madre, precisa e clinica. Voglio il mio fo**uto albero di Natale. E lo voglio perché mi metteva allegria, mi faceva stare bene perché non mi faceva pensare a quante cose sono cambiate da dieci anni a questa parte, mi faceva sentire piccola e protetta, e in pace col mondo. Adoro le palline di Natale, i loro colori, la loro perfezione. E adesso c’è un salone vuoto, e una casa ancora più vuota. Perché tutti si godono la loro felicità mentre a noi tocca sempre la parte peggiore? Che sciocca che sono. Eppure adesso mi toccherà aspettare il prossimo anno. Il mio alberello si starà chiedendo perché mai non è già qui, forse si sentirà sostituito. Ti sbagli, è solo che quest’anno siamo tristi, e tu non puoi venire in casa nostra. Voglio un anno pazzesco. Voglio poter realizzare la mia vita, o almeno iniziare a farlo, voglio un fo**uto lavoro perché voglio avere la possibilità di costruirmi un futuro. Quando posso dico a tutti che il Natale è importante, che anche uno stupido albero, un ornamento in rosso, una cena poco più elaborata significa qualcosa, certo non è la materialità che ci da la felicità, ma se non iniziamo da Fuori come possiamo arrivare al Dentro? Quando si sta male occorre prima sistemare le ferite, e poi prendere la medicina. Quindi se potete curatevi, e state insieme. Se avete una famiglia restateci, e passate le feste insieme a loro, per quanto siano burberi, diversi, casinisti, cercate di chiudere gli occhi e apprezzare il buono. Odio la mia stanza con quest’assurdo fiocco rosso sul lampadario, l’ho messo stesso io, e me ne sono già pentita, mi sento incompleta e stupida, e questo sarà un cattivo Natale. E’ molto tempo che non ricevo un regalo, non mi importa, non mi serve, certo se mi recapitate una reflex non la getto nel pattume, ma al momento sto zitta. Se a gennaio trovo un lavoro aiuto mio padre e poi appena posso la compro. Giuro che la compro. Mi sentirò così sola. Non ha senso, nulla ha senso. Buon Natale a tutti. Non mi va di augurarmi cose belle come puntualmente si fa nei resoconti, tanto le cose belle arriveranno da sole se dovranno arrivare, non hanno bisogno di un fischio o di un pacco regali. 

By miriana

Link - commenti
+ * + * +









 

Il mio Blog

Dentroadunsognomalconcio

Fino in fondo alle<br
/>radici<br />del
mio cuore


Io

Ho diciannove anni. anni, sono un Leoncino e vivo a Sulla luna.

Ho letto:
Leggo sempre ciò che scrivo, almeno due volte consecutive, per poi dimenticarmene del tutto.

Ho visto:
Amo il cruento ma non troppo, l'avventura, gli amori impossibili, complicati, spietati, che portano alla morte più o meno fisica.

Ascolto:
Vivo di musica, e per la musica.

Amo:
Amo restare a guardare le persone che si amano, quelle che si prendono per mano come se stessero facendo l'amore, amo quando piove ed io non ho impegni se non quello di poltrire sotto ad un piumone, amo stare a guardare il cielo, soprattutto quello notturno, dove il silenzio diventa una virtù, amo gli amanti dell'amore, e le cose che esprimano arte pura, amo scrivere e perdere ore a parlare di persone e cose che neppure esistono, ma che dentro la mia testa hanno già un posto privilegiato. Amo quando sono forte, quando mi asciugo le lacrime e dico a me stessa '' andrà bene''. Amo il sorriso di mia madre, e la risata di mio padre, amo i loro occhi a volte spensierati, altre tristi e spenti. Amo le persone che mi afferrano il cuore e lo tengono stretto stretto al loro petto come fosse un gioiello d'alta moda.

Odio:
Odio l'odio, odio il perbenismo, la presunzione, l'ozio non artistico, odio gli arrivisti, e quelli che si abbattono alla prima sconfitta, odio quelli che non hanno sogni ma che nel loro cassetto hanno solo degli sporchi soldi, odio i malditesta, e quelle domeniche che mi ricordano quanto io ci stia male, odio sentirmi sola al mondo, e odio ancora di più quando ho voglia di piangere, odio chi dimentica sempre in fretta, e chi si lascia le persone alle spalle come fossero le bucce di un frutto marcio.


I miei amici

Mia Pagina FB<3


386252 visite


Il passato da ritrovare

ultimi giorni
Dicembre 2013

Categorie



Feeds


Ringraziamenti

Layout&Template by Arkvallish
Host by Splinder
Image: Link

Brushes
Thanks to:
//dead-brushes.deviantart.com
//spiritsighs-stock.deviantart.com


Adesivi

Metti i tuoi adesivi