Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Dentro un sogno malconcio

Qualcosa di me

Ho 27 anni, sono un Un leone in gabbia e vivo a ancora sulla Luna

Ho letto:
Tutti i libri del mondo

Ho visto:
Persone giurare amore e mentire.

Ascolto:
Cose che mi fanno stare bene e male, tutto il giorno.

Amo:
Poche cose, ma fin in fondo.

Odio:
Dover dimenticare, ed essere dimenticata.

Archivio

ultimi giorni
Novembre 2013

Passati di qui

407122


Mercoledý, 13 Novembre 2013
Scrivo anche se mio padre continua a ripetermi ogni volta che può, che scrivere di cose inesistenti è inutile, che forse se proprio voglio dovrei darmi al giornalismo. Io lo ignoro, non per mancanza d'affetto, ma perchè se smettessi di scrivere credo che un po' morirei, e la mia esistenza sarebbe una delle tante, una presa a caso, nel mazzo, lontana dai jolly, lontana dall'idea brillante che intendo dare a me stessa. Quando scrivo brillo, e brillo di una luce che non può che essere buona, vicina, calda, morbida. Tutti aggettivi che riguardano cose belle, ed io intendo esserlo. Scrivo perchè è giusto, perchè scrivere da un nome alle cose, da un nome anche a me stessa, e divento la Kuntz, divento una mezza donna che tiene una penna tra le dita come un pennello, che dipinge cose straordinarie, cose di una bellezza latente, cose nascoste che solo quelli che sentono ma ascoltano pure, riescono a capire. Scrivo perchè sono in possesso di una chiave invisibile, che tengo sotto la costola, che tiro fuori solo quando ho bisogno di vomitare pensieri, di straparlare, anzi di imbrattare fogli. Scrivendo sono libera, e di libertà riesco a camminare. Scrivendo respiro sott acqua, e mi tengo a galla quando ci sarebbe da crollare, riacquisto un equilibrio speciale fatto di schiaffi e carezze, e me ne sto nel mio angolino buono, nel mio mezzo metro sperando che il mondo prima e presto possa essere mio, anche solo per metà.

Scritto da <$Miriana> alle 15:24
Grazie per i Link - commenti