Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Dentro un sogno malconcio

Qualcosa di me

Ho 27 anni, sono un Un leone in gabbia e vivo a ancora sulla Luna

Ho letto:
Tutti i libri del mondo

Ho visto:
Persone giurare amore e mentire.

Ascolto:
Cose che mi fanno stare bene e male, tutto il giorno.

Amo:
Poche cose, ma fin in fondo.

Odio:
Dover dimenticare, ed essere dimenticata.

Archivio

ultimi giorni
Febbraio 2013

Passati di qui

407125


Giovedý, 14 Febbraio 2013

Non vado controcorrente, è solo che il conformismo mi manda fuori di testa, non credo ci sia un giorno per  aspettare babbo natale, uno per riunirsi in preghiera e camuffarsi da santi bistrattati, uno per le parole e un altro per il silenzio, non credo ci sia un giorno per travestirsi da fantasma e accendere le luci del cielo soltanto restando lì ad aspettarle con la schiena sulla sabbia, non c’è un giorno nemmeno per amare, quello è soltanto un simbolo, uno scoppio dentro un mare di silenzio a volte, non è così che ci si ama, o meglio non è come lo faccio io, non è come mi aspetto lo facciano gli altri su di me. Non mi piacerebbe insomma ricevere milioni di attenzioni in uno stupido giorno tra l’inverno e la primavera, e poi accontentarmi di infinite litigate sul parabrezza di un auto rotta, non mi piacerebbe fingermi felice soltanto per un peluche dolce e quattro cioccolatini, non mi piacerebbe aspettare questo giorno con l’ansia intermittente,  e i crampi nello stomaco soltanto per ascoltare delle parole che dovrebbero arrivare ogni singolo giorno del nostro amore. Quando si ama ogni giorno è una festa, ogni volta è una buona occasione per farsi regali di poco valore, ma che poi finisci per custodire sotto al cuscino, per guardarsi negli occhi su un dirupo desolato e dirsi quanto bella sia la vita adesso che ci si è trovati dopo tanto essersi cercati, per mangiare i cioccolatini fondenti o quelli al cacao bianco che mi fanno impazzire, ogni giorno è l’occasione giusta e magica per spezzarsi la schiena dentro a un letto, per mettere a tacere quattro parole timide e lasciarsi sopraffare dall’emozione. E’ sempre il momento esatto per sommergersi di petali di rosa infiocchettati di pailette, per invitarsi a ballare sotto la luna, per tappezzare un muro di inchiostro con delle iniziali qualunque, per strattonarsi in un abbraccio violento, e per addormentarci nel respiro di qualcuno che ci tiene accanto, solo per guardarci dormire. E’ sempre il giorno giusto per amare qualcuno, il quattordici febbraio è soltanto un comune inizio.


Scritto da <$Miriana> alle 17:16
Grazie per i Link - commenti