Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Dentro un sogno malconcio

Qualcosa di me

Ho 27 anni, sono un Un leone in gabbia e vivo a ancora sulla Luna

Ho letto:
Tutti i libri del mondo

Ho visto:
Persone giurare amore e mentire.

Ascolto:
Cose che mi fanno stare bene e male, tutto il giorno.

Amo:
Poche cose, ma fin in fondo.

Odio:
Dover dimenticare, ed essere dimenticata.

Archivio

ultimi giorni
Ottobre 2011

Passati di qui

407129


Domenica, 16 Ottobre 2011
Non sono quel tipo di persona che sta subito simpatica.
 Non sono capace di dare quello che vorrei fin dalla prima volta che incontro qualcuno, non ci riesco, è più forte di me. So solo abbozzare un timido sorriso ed aggiustarmi la felpa miliardi di volte pur di fare qualcosa. So soltanto controllare il display miliardi di volte per spezzare l'imbarazzo di un attesa, di un arrivo e di un ritorno che non avviene mai. Sono capace soltanto di fare battute idiote, di dire a tutti che sono molto forte, che sono intelligente e che amo il mio sorriso, e tutte queste cose, e quello che ancora non ho detto neppure sono tutte false, non le penso neanche lontanamente. Riesco soltanto a dire che a casa va tutto bene, e che sono felice, che non ho problemi e che sono una giovane ragazza piena di sogni. So soltanto dare aiuto a qualcuno, e preoccuparmi se la vedo con la testa tra le braccia per corprire il pianto. All'inizio che non mi conosci, mi guardi in faccia e sembro soltanto una che se la tira, una che sa tutto e tutto può. Io poi abbasso la testa e mi fisso le scarpe allacciate male, e se non mi sento accettata cerco di allontanarmi dal gruppo a piccoli passi fino a raggiungere il muro e sedermi con le spalle contro la parete fredda. Poi qualcuno inizia a capirmi.E quel qualcuno capisce che dietro quella felpa sistemata continuamente, e quel display che non si illumina quasi mai c'è un mondo da capire, un mondo strano e complicato che mi porto dentro. Quel qualcuno riderà davvero delle mie battute, e capirà che quando mi faccio un complimento è soltanto per sentirmi migliore. Quel qualcuno capirà che non è vero che va tutto ok, è tutto un casino, è tutta una storia alla rovescia che si prende gioco di me e della mia vita, qualcuno capirà che sono sola, e che ho bisogno d'aiuto proprio come quando io mi preoccupo di quella testa che affonda nelle braccia strette. Qualcuno capirà che ho bisogno d'imparare nuovamente a stare bene, che ho bisogno di qualcuno che mi tiri per il braccio quando furtivamente cerco di allontanarmi da tutti. Qualcuno capirà che quello che dico sono tutte bugie, ed ho bisogno di una mia verità. Quel qualcuno arriverà e mi porterà fuori da questo incasinato mondo.
 Io ci credo.


Scritto da <$Miriana> alle 18:52
Grazie per i Link - commenti (1)