Heiaha, Heiaha, Hojotoho! [1]

... we'll keep on trying <<< Queen - Innuendo >>> Ora, se vuoi, darò coronamento al mio dire con un altro racconto, bene e in modo opport

INDICE FAQ Cerca Lista utenti Gruppi Registrati Profilo Messaggi privati Log in


Heiaha, Heiaha, Hojotoho! Precedente :: Successivo
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum > il tavolo dell'Amore
Versione Stampabile
Vai a 1, 2  ->
 
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 29 Gennaio 2011, 20:06   Heiaha, Heiaha, Hojotoho! Rispondi citando
... we'll keep on trying

<<< Queen - Innuendo >>>

Ora, se vuoi, darò coronamento al mio dire con un altro racconto,
bene e in modo opportuno, e tu nel tuo cuore riponilo,
come medesima origine fu agli dèi e ai mortali.
Prima una stirpe aurea di uomini mortali
fecero gli immortali che hanno le olimpie dimore.
Erano ai tempi di Crono, quand'egli regnava nel cielo;
come dèi vivevano, senza affanni nel cuore,
lungi e al riparo da pene e miseria, né per loro arrivava
la triste vecchiaia, ma sempre ugualmente forti di gambe e di braccia,
nei conviti gioivano, lontano da tutti i malanni;
morivano come vinti dal sonno, e ogni sorta di beni
c'era per loro; il suo frutto dava la fertile terra
senza lavoro, ricco e abbondante, e loro, contenti,
sereni, si spartivano le loro opere in mezzo a beni infiniti,
ricchi d'armenti, cari agli dèi beati.
Poi, dopo che la terra coprì questa stirpe,
essi sono démoni, per il volere di Zeus grande,
benigni, sulla terra; custodi degli uomini mortali
della giustizia hanno cura e delle azioni malvagie,
vestiti di nebbia, sparsi dovunque per la terra,
datori di ricchezza: ebbero infatti questo onore regale.



Come seconda una stirpe peggiore assai della prima,
argentea, fecero gli abitatori delle olimpie dimore,
né per l'aspetto all'aurea simile né per la mente,
ché per cent'anni il fanciullo presso la madre sua saggia
veniva allevato, giocoso e stolto, dentro la casa;
ma quando cresciuti giungevano al limitare di giovinezza
vivevano ancora per poco, soffrendo dolori
per la stoltezza, perché non potevano da tracotante violenza
l'un contro l'altro astenersi, né gli immortali venerare
volevano, né sacrificare ai beati sui sacri altari,
come è legge fra gli uomini secondo il costume. Allora costoro
Zeus Cronide li fece morire adirato, perché gli onori
non vollero rendere agli dèi beati che possiedono l'Olimpo.



E poi, quando anche questa stirpe la terra ebbe coperto,
costoro inferi beati sono chiamati presso i mortali,
genî inferiori, ma onore anche loro accompagna.
Zeus padre una terza stirpe di gente mortale
fece, di bronzo, in nulla simile a quella d'argento,
nata da frassini, potente e terribile: loro di Ares
avevano care le opere dolorose e la violenza, né pane
mangiavano, ma d'adamante avevano l'intrepido cuore,
tremendi; grande era il loro vigore e braccia invincibili
dalle spalle spuntavano sulle membra possenti;
di bronzo eran le armi e di bronzo le case,
col bronzo lavoravano perché il nero ferro non c'era.
E costoro, dalle loro proprie mani distrutti
partirono per la tenebrosa dimora di gelido Ade,
senza fama; la nera morte per quanto temibili
li prese e lasciarono la splendente luce del sole.



E poi, dopo che anche questa stirpe la terra ebbe nascosto,
di nuovo una quarta, sopra la terra feconda,
fece Zeus Cronide, più giusta e migliore,
di eroi, stirpe divina, che sono detti semidei,
anteriore alla nostra sulla terra infinita.
Questi li uccise la guerra malvagia e la battaglia terribile
alcuni a Tebe dalle sette porte, nella terra di Cadmo,
combattendo per le greggi di Edipo,
altri poi sulle navi al di là del grande abisso del mare
condotti a tròia, a causa di Elena dalle belle chiome;
là il destino di morte li avvolse;
ma poi lontano dagli uomini dando loro vitto e dimora
il padre Zeus Cronide della terra li pose ai confini.
Abitano con il cuore lontano da affanni
nell'isole dei beati presso Oceano dai gorghi profondi,
felici eroi ai quali dolce raccolto
tre volte in un anno, abbondante, produce il suolo fecondo,
lontano dagli immortali, ed hanno Crono per re;
... lo liberò infatti il padre di uomini e dèi,
ed ora, con quelli, ha il suo onore, come conviene.



Zeus, poi, pose un'altra stirpe di uomini mortali
dei quali, quelli che ora vivono...
Avessi potuto io non vivere con la quinta stirpe
di uomini, e fossi morto già prima oppure nato dopo,
perché ora la stirpe è di ferro; né mai di giorno
cesseranno da fatiche e affanni, né mai di notte,
affranti; e aspre pene manderanno a loro gli dèi.
Però, anche per questi, ai mali si mischieranno dei beni.
Ma Zeus distruggerà anche questa stirpe di uomini mortali
quando nascendo avranno già bianche le tempie;
allora né il padre sarà simile ai figli né i figli al padre;
né l'ospite all'ospite, né l'amico all'amico
e nemmeno il fratello caro sarà come prima;
ma ingiuria faranno ai genitori appena invecchiati;
a loro diranno improperi rivolgendo parole malvagie,
gli sciagurati, senza temere gli dèi; né
ai genitori invecchiati di che nutrirsi daranno;
il diritto starà nella forza e l'uno all'altro saccheggerà la città.
Né il giuramento sarà rispettato, né lo sarà chi è giusto
o dabbene; piuttosto l'autore di mali e l'uomo violento
rispetteranno; la giustizia sarà nella forza e coscienza
non vi sarà; il cattivo porterà offese all'uomo buono
dicendo parole d'inganno e sarà spergiuro;
l'invidia agli uomini tutti, miseri,
amara di lingua, felice del male, s'accompagnerà col volto impudente.



Sarà allora che verso l'Olimpo, dalla terra con le sue ampie strade,
da candidi veli coperte le belle persone
degli immortali alla schiera andranno, lasciando i mortali,
Vergogna e Sdegno: i dolori che fanno piangere resteranno
agli uomini e difesa non ci sarà contro il male.



Il mito delle razze - Esiodo


<<< Shakira - Whenever Wherever >>>

To be continued ...

_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Chat Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 10 Marzo 2011, 20:00   Eh, ma ... Theus si chiama Mercuria ... Rispondi citando
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Me ne andavo un mattino a spigolare
quando ho visto una barca in mezzo al mare:
era una barca che andava a vapore,
e alzava una bandiera tricolore.
All’isola di Ponza si è fermata,
è stata un poco e poi si è ritornata;
s’è ritornata ed è venuta a terra;
sceser con l’armi, e noi non fecer guerra.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Sceser con l’armi, e a noi non fecer guerra,
ma s’inchinaron per baciar la terra.
Ad uno ad uno li guardai nel viso:
tutti avevano una lacrima e un sorriso.
Li disser ladri usciti dalle tane:
ma non portaron via nemmeno un pane;
e li sentii mandare un solo grido:
Siam venuti a morir pel nostro lido.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Con gli occhi azzurri e coi capelli d’oro
un giovin camminava innanzi a loro.
Mi feci ardita, e, presol per la mano,
gli chiesi: – dove vai, bel capitano? -
Guardommi e mi rispose: – O mia sorella,
vado a morir per la mia patria bella. -
Io mi sentii tremare tutto il core,
né potei dirgli: – V’aiuti ‘l Signore! -
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Quel giorno mi scordai di spigolare,
e dietro a loro mi misi ad andare:
due volte si scontraron con li gendarmi,
e l’una e l’altra li spogliar dell’armi.
Ma quando fur della Certosa ai muri,
s’udiron a suonar trombe e tamburi,
tra ‘l fumo e gli spari e le scintille
piombaron loro addosso più di mille.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!
Eran trecento non voller fuggire,
parean tremila e vollero morire;ma vollero morir col ferro in mano,
e avanti a lor correa sangue il piano;
fun che pugnar vid’io per lor pregai,
ma un tratto venni men, né più guardai;
io non vedeva più fra mezzo a loro
quegli occhi azzurri e quei capelli d’oro.
Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!




<<< E rinacque l'età dell'amoR >>>

... to be continued ...

_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Forum Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 30 Mag 2011, 22:33   odo Apologia, Crepuscolo, Rinascimento e ... Rispondi citando
<<< Nibelungen Jugend >>>

Più m'hai donato, donna mirabile,
che io non sappia serbare,
non t'adirare, se la tua dottrina
mal dotto m'ha lasciato!
Pure un sapere io ben serbo:
che per me vive Brünnhilde;
una dottrina facilmente ho appreso:
il rimembrar di Brünnhilde!



S'io qui, carissima, ti lascio,
nella custodia santa della fiamma,
in cambio delle tue rune,
quest'anello ti porgo.
Di quante imprese mai ho compiute,
ei la virtù rinchiude.
Io ho ucciso un selvaggio drago,
che lo custodì a lungo con rabbia.
Ora serba tu la sua forza
qual pegno sacro della mia fedeltà!



Dunque, per tua virtù soltanto,
dovrò io ancora operar le imprese?
Se le mie tenzoni tu scegli,
le mie vittorie torneranno a te:
sul dorso del tuo cavallo,
protetto dal tuo scudo,
non più io mi tengo per Siegfried,
solo son io il braccio di Brünnhilde.


<<< il Domani appartiene a Noi >>>

_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Blog Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 24 Novembre 2011, 03:15   Where is my Even? Rispondi citando
<<< negli orizzonti e nei tramonti che vorrei >>>

Panchaia (griech. παγχαΐα sc. χώρα, „ganz vortreffliches Land“) bezeichnet eine vom antiken griechischen Philosophen Euhemeros in seinem Werk „Hierà Anagraphé“ beschriebene Insel. Es wird davon ausgegangen, dass Panchaia von Euhemeros erdacht wurde, und man vermutet, dass er sich dabei an Platons Beschreibung von Atlantis orientierte.

Nach der Beschreibung von Euhemeros erreiche man Panchaia, wenn man von Arabia Felix („glückliches Arabien“) auf das Meer (Indischer Ozean), hinausfahre. Es sei die Hauptinsel eines Archipels und wird als äußerst fruchtbar beschrieben. Die dortige Gesellschaftsstruktur erinnert stark an Platons Politeia bzw. an das Ur-Athen in Platons Kritias. Die Bevölkerung sei in drei Klassen eingeteilt gewesen (Priester und Handwerker, Bauern, Soldaten und Hirten). Ebenso wird von einer strengen Kollektivwirtschaft berichtet, die nur Haus und Hof als Privatbesitz zulasse, was im 20. Jahrhundert als antiker Vorläufer des Kommunismus gedeutet wurde.[1]

Auf der Insel gebe es inmitten einer idyllischen Landschaft einen dem Zeus geweihten Tempel, in dessen Inneren eine Inschrift von der „wahren Natur“ der griechischen Götter berichtet. Diese seien in Wahrheit lediglich gewöhnliche Sterbliche, die ersten Könige dieses Staates, die sich in irgendeiner Weise herausragend verdient gemacht hätten und deshalb im Nachhinein von der Menschheit vergöttlicht wurden.

Die Insel wird auch von Ovid und Tibull erwähnt.

<<< come la luce di un diamante pazzo >>>


_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Foto Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 04 Mag 2013, 03:08   Tora vi saluta e ruggisce ancora ;-) Rispondi citando
Il Partito raccomandava di non badare alla prova fornita dai propri occhi e dalle proprie orecchie. Era l'ordine finale, il più essenziale di tutti. Il suo cuore ebbe un tuffo al pensie­ro dell'enorme potere spiegato contro di lui, della facilità con cui ognuno dei cosiddetti intellettuali del Partito lo avrebbe potuto rovesciare sul tappeto della discussione, de­gl' argomenti sottili ch'egli non sarebbe stato in grado di comprendere, e tanto meno di controbattere con adeguate risposte. Eppure lui aveva ragione! Loro avevano torto e lui aveva ragione. Le cose ovvie, le cose semplici, le cose vere dovevano essere difese. Le verità esistenti erano vere, non ci potevano essere dubbi, su questo! Il mondo concreto esiste, le sue leggi non mutano. Le pietre sono dure, l'acqua è liquida, gli oggetti privi di sostegno cadono verso il centro della terra.

... capita ...

Era un po' curioso pensare che il cielo era lo stesso per tutti, in Eurasia, in Estasia, e anche lì. E la gente sotto il cielo, anche, era sempre la stessa gente... dovunque, in tutto il mondo, centinaia o migliaia di milioni di individui, tutti euguali, ignari dell'esistenza di altri individui, tenuti separati da mura di odio e di bugie, eppure quasi gli stessi...

Meccanica classica (Lev Trotsky)

Era un solitario fantasma che proclamava una verità che nessuno avrebbe mai udita. Ma per tutto il tempo impiegato a proclamarla, in un qualche misterioso modo la continuità non sarebbe stata interrotta. Non era col farsi udire, ma col resistere alla stupidità che si sarebbe potuto portare innanzi la propria eredità d'uomo.

Sindrome d'immunità alla deficienza

Il potere non è un mezzo, è un fine. Non si stabilisce una dittatura nell'intento di salvaguardare una rivoluzione; ma si fa una rivoluzione nell'intento di stabilire una dittatura. Il fine della persecuzione è la persecuzione. Il fine della tortura è la tortura. Il fine del potere è il potere.

_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Community Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 22 Ottobre 2013, 07:16   Inconcludenza Rispondi citando
Dimenticavo l'incanto ... le sirene dell'ambulanza fanno sempre lo stesso suono per esercitarsi a ripetersi sempre le stesse cose, così si convincono ... piuttosto che ascoltare le sirene e legarsi al proprio càzzo duro, l'umido non vi passa nemmeno per la testa, fròci! Il problema dell'ippo-crazia non era dimostrare che il mondo è governato dai cavalli per le dimensioni del loro càzzo, posto che la stazza fisica degli elefanti è alla vista di tutti e sarebbe da còglioni parlarne, ma di convincere Zeus che la sua guerra fosse fantasia, così inventò le olimpiadi per dimostrare che stan tutti in forma e subliminare che cinque i continenti son d'accordo a difendere la grecia da una crisi che si muore per un raffreddore, ma insisto che se un colombo figlio di tròia vola a ovest, gli ale-manni apprezzano la macedonia culturale del bel-giovane per far rodere quei 4 secchioni malati che son rimasti soli contro il mondo, la pollonia, e si dispongono come soldatini a dare simpatia alla croce di capitan uncino!


_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


VideoChat Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
sabotatore
Forestiero

Forestiero
Registrato: 17/12/05
Messaggi: 19
Messaggio 28 Ottobre 2013, 05:42   Il caffè dell'ape Pina Rispondi citando
"Anche senza bisogno che io ve lo dicessi, voi vi sareste immaginati che Peter Pan è l’orchestra delle fate." (James Matthew Barrie)

Bacheca Il profilo di sabotatoreInvia messaggio privato
Top
   
controvariante
Forestiero

Forestiero
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 2
Messaggio 28 Ottobre 2013, 11:48   Alè, Magno! Rispondi citando
Bau!


_________________
Componente che segue una legge di trasformazione inversa a quella dei componenti della base!
Diari Il profilo di controvarianteInvia messaggio privato
Top
   
sabotatore
Forestiero

Forestiero
Registrato: 17/12/05
Messaggi: 19
Messaggio 28 Ottobre 2013, 12:34   Antitrust Rispondi citando
Una volta chiedeva qualcosa a una statua. Interrogato perché facesse così, rispose: “Mi alleno a chiedere invano”. (Diogene Laerzio su Diogene di Sinope)

Foto Il profilo di sabotatoreInvia messaggio privato
Top
   
UtèñtE
Cavaliere della Scura

Cavaliere della Scura
Registrato: 08/12/05
Messaggi: 1199
Residenza: Kara Lis
Messaggio 28 Ottobre 2013, 13:03   Bimba elastica per Panophobia svastica Rispondi citando
E ciò è tanto vero che, se invece di considerare delle deformazioni statiche, si prendono in esame i moti vibratorî dei corpi elastici, moti le cui caratteristiche possono essere, entro certi limiti, facilmente studiate, anche quando le deformazioni che loro corrispondono sono estremamente piccole, per mezzo degli effetti sonori che li accompagnano, l'accordo della teoria con l'esperienza appare assolutamente completo: già G. G. Stokes infatti citava con ragione come una prova perentoria del valore della teoria dell'elasticità la costanza del tono musicale che si ottiene eccitando in un corpo elastico delle vibrazioni di ampiezze anche molto differenti fra loro. Se dunque da una parte la teoria non interpreta completamente nessuna esperienza, dall'altra tutte le esperienze mostrano concordi che, crescendo l'ampiezza delle deformazioni, i fenomeni che si osservano nei corpi naturali tendono a uniformarsi alle leggi della teoria, che presenta così tutti i caratteri di una teoria limite. (Treccani su Hook e la reazione della molla)


_________________
I cigni non rompono il ghiaccio Whistle
son soli che lo sciolgono lentamente Anxious
per danzarci sopra mille anni Dancing


Pub Il profilo di UtèñtEInvia messaggio privato
Top
   
Web Irish Pub
Spirito del Pub




Registrato: 01/01/06
Messaggi: tanti
Residenza: Internet
Messaggio 23 Novembre 2017, 19:21  Chat

Proponi in chat nuovi argomenti da discutere sul forum e invita gli altri a partecipare!

Entra in CHAT
 
Top
   
Vai a 1, 2  ->
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum > il tavolo dell'Amore
Pagina 1 di 2
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

 
 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 

noteBored template and graphics
© 2004 designed by boo
Powered by phpBB
© 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it