Web Irish Pub - iscriviti e crea il tuo blog ;)
Dentroadunsognomalconcio

Martedì, 22 Aprile 2014, 16:12

Addio non esiste Amore,
è come tornar dal Paradiso
senza esser morti prima,
è credersi immortali
quando si è bevuto 
dalla coppa nera.
Addio che non si dice,
che non ascolta,
che non si da pace.
E' una parola vuota
che ha il suono di un applauso sordo,
è millantare stelle quando è ancora giorno,
è essere crudeli contro la tua pelle calda,
è affondare lame acerbe sulla scapola baciata.
Addio che non esiste,
che non si tiene a galla
perchè non si è mai staccato
da quella matassa di niente
che scioccamente chiamavo destino.

By miriana

Link - commenti
+ * + * +






Domenica, 20 Aprile 2014, 17:20

Non sarò mai una porta,
perchè non riesco ad aprire,
non sarò mai un cuore,
perchè battere fa male,
non sarò mai adulta,
perchè bambina ci son nata,
non sarò mai una scusa,
la verità te l'ho donata.
Non sarò mai tempesta,
perchè sono un paradiso sottoterra,
non sarò mai dell'acqua,
perchè sono fuoco eterno,
non sarò mai parola,
perchè taccio quando è sera.

By miriana

Link - commenti
+ * + * +






Giovedì, 10 Aprile 2014, 14:49

Sei stata sull’orlo di svanire, forse qualche volta sei svanita sul serio, in mezzo alla gente, al traffico, in posta, al supermercato, a scuola, al parco. Sei sparita perché eri tu a volerlo, e forse anche la gente. La gente vuole persone pratiche, quelle finte, quelle che ridono e annuiscono, quelle che a casa va sempre tutto bene, quelle dal portafoglio pieno, la testa vuota, quelle del sabato sera ‘’ci sballiamo’’, quelle che se non fumi non sei fi*a. La gente vuole solo altra gente, non delle emozioni coi piedi. Tu sei un’ emozione troppo grande, a volte brutta, insipida, forte, violenta, logorroica, sei un’ emozione che fa paura, che spaventa, che incuriosisce ma poi allontana, che lascia domande, che da poche risposte, che tace, che grida, che si dissolve in un pianto o in una risata. Sei stata ferita, e lo hanno fatto proprio quelle persone a cui hai dato il cuore, la vita, i pensieri, le speranze. Quelle stesse persone che poi ti hanno fo**uto. Ma tu hai fo**uto loro? Questa è la domanda. A volte ti barrichi dietro un innocenza, altre sei colpevole e lo ammetti anche a te stessa. Ma chiedi scusa, e lentamente mentre le ferite sembrano sparire cerchi di perdonare gli errori più brutti, le pugnalate più profonde, le feste a cui sei mancata, perdoni le bugie piccole o grandi, le risate che ti sei persa. Perdoni tutto, anche quelle persone, ma non te stessa. Non ti perdoni perché in fin dei conti la colpa è sempre tua. Colpevole di aver detto di si, di averci provato, di aver tentato una fuga su un filo sottile, ed essere caduta. Se ti sei fatta male, è colpa di quel filo? O tua che hai camminato troppo veloce? Serve prudenza, tu ne hai? Io no. Hai pregato più volte Dio, se un dio esiste di farti sparire, poi hai capito di essere egoista, anche un po’ ingrata. Allora hai pregato di farti stare meglio, e di arrivare ad uno stato di calma che ti permetterà di sopravvivere. Hai sperato di svegliarti già vecchia, di aver risolto tutti i tuoi problemi, ma quelli erano sempre lì, e più la metà di essi li avevi creati con le tue mani, con le tue scelte, le tue litigate. Il bello di avere venti anni è avere il tempo di disfare le cose. Valigie, sogni, litigate. Metti tutto fuori dalla valigia vecchia, e ne riempi una nuova. Parti con persone diverse, o forse una di quelle vecchie, la persona di sempre. La persona con cui hai risolto ogni problema, la persona con cui hai lottato, vi siete fatti male fino a soffrire, piangere, gridare. La persona che ancora è lì nella tua vita. Vale la pena di distruggere ogni cosa per rabbia? Per amor proprio? Pensaci, sii in pace col mondo, fa che i tuoi problemi diventino la soluzione, non temere che tutto sia finito, non avere paura di percorrere quel filo sottilissimo, cadrai forse, ma avrai provato l’ebbrezza del volo, e se ti farai male avrai fatto esperienza. Anche il dolore ti aiuterà a crescere. Se avessimo una vita fatta solo di risate probabilmente ci annoierebbe, pensando che l’allegria non sia un antidoto anti depressivo, ma solo una routine ciclica. Piangi se ti va, ma il giorno dopo ridi, perché sono già volate venti quattro ore, potrebbero volerne delle altre, e dopo? Cosa te ne fai di un tempo con le ali? Non puoi cavalcarlo, andrà perso, e volerà lontano lontano, dove non potrai raggiungerlo. Sei riuscita ad essere chiara con te stessa e le persone che ami, per una volta hai smesso di sentirti in colpa, sai che tutto è al suo posto, e che se dovesse ritornare tutto come prima allora sarà destino sofferente o felice, ma avrai vissuto in una calma muta almeno nel mezzo degli eventi. So che vuoi la tranquillità, la cerchi in tutti i modi, hai già provato nei cassetti della tua camera, ma neanche lì tra le cartacce l’hai trovata, allora hai deciso che la tranquillità deve partire da te. Non c’è alcuna persona che può fare di te una persona tranquilla o felice se prima non hai intenzione di essere tranquilla o felice. Le cose partono da dentro, da te, e tu devi solo lasciarle fluire, come il mare che lascia via le sue onde e gli permette di andare, perché tanto torneranno indietro. So che hai pianto, che sei stata così male da non respirare, da provare a soffocarti col cuscino, e poi di aver capito che è una ca**ata, che non può finire tutta lì la tua esistenza. Il cuscino profumato non annega, cerca di respingerti, e così è riuscito a non farti secca. O forse sei stata tu che l’hai allontanato? La vita è bella, non complicarla. Vivi di emozioni positive, circondati di persone sorridenti. Per l’amore c’è tempo, attendi, e se non dovesse arrivare ci sono altri tipi di amore, quelli verso e da una madre, di un padre, di fratelli, amici. L’amore è ovunque, non solo in un bacio sulla bocca. Salta dal tuo trampolino e costruisciti una vita, una vita tua, dove gli altri sono delle spezie aggiuntive. Non fare mai di nessuno il tuo Dio, perché se dovesse venire a mancare allora non avrai più un cielo da pregare. Il cielo esiste per tutti, ed è unico, immenso, uguale in ogni posto. Vivitelo, e viaggia se puoi. Quando ti sarai liberata di tutto allora potrai dire di aver vissuto realmente. Sta solo a te toglierti le scarpe e sentire l’oceano bussare.

By miriana

Link - commenti
+ * + * +









 

Il mio Blog

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic

Dentroadunsognomalconcio

Fino in fondo alle<br
/>radici<br />del
mio cuore


Io

Ho diciannove anni. anni, sono un Leoncino e vivo a Sulla luna.

Ho letto:
Leggo sempre ciò che scrivo, almeno due volte consecutive, per poi dimenticarmene del tutto.

Ho visto:
Amo il cruento ma non troppo, l'avventura, gli amori impossibili, complicati, spietati, che portano alla morte più o meno fisica.

Ascolto:
Vivo di musica, e per la musica.

Amo:
Amo restare a guardare le persone che si amano, quelle che si prendono per mano come se stessero facendo l'amore, amo quando piove ed io non ho impegni se non quello di poltrire sotto ad un piumone, amo stare a guardare il cielo, soprattutto quello notturno, dove il silenzio diventa una virtù, amo gli amanti dell'amore, e le cose che esprimano arte pura, amo scrivere e perdere ore a parlare di persone e cose che neppure esistono, ma che dentro la mia testa hanno già un posto privilegiato. Amo quando sono forte, quando mi asciugo le lacrime e dico a me stessa '' andrà bene''. Amo il sorriso di mia madre, e la risata di mio padre, amo i loro occhi a volte spensierati, altre tristi e spenti. Amo le persone che mi afferrano il cuore e lo tengono stretto stretto al loro petto come fosse un gioiello d'alta moda.

Odio:
Odio l'odio, odio il perbenismo, la presunzione, l'ozio non artistico, odio gli arrivisti, e quelli che si abbattono alla prima sconfitta, odio quelli che non hanno sogni ma che nel loro cassetto hanno solo degli sporchi soldi, odio i malditesta, e quelle domeniche che mi ricordano quanto io ci stia male, odio sentirmi sola al mondo, e odio ancora di più quando ho voglia di piangere, odio chi dimentica sempre in fretta, e chi si lascia le persone alle spalle come fossero le bucce di un frutto marcio.


I miei amici

Mia Pagina FB<3


220090 visite


Il passato da ritrovare

ultimi giorni
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Dicembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Luglio 2015
Aprile 2015
Febbraio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Febbraio 2007

Categorie



Feeds


Ringraziamenti

Layout&Template by Arkvallish
Host by Splinder
Image: Link

Brushes
Thanks to:
http://dead-brushes.deviantart.com
http://spiritsighs-stock.deviantart.com


Adesivi

Metti i tuoi adesivi